Bonus Renzi confermato in Legge di Bilancio 2021? Le novità fiscali in arrivo anche per famiglie e partite IVA

Bonus Renzi confermato per il prossimo anno, insieme alla riforma della tassazione delle partite IVA e all’assegno unico per le famiglie: ecco le possibili novità fiscali contenute nei tre dossier aperti per la Legge di Bilancio 2021.

Bonus Renzi confermato in Legge di Bilancio 2021? Le novità fiscali in arrivo anche per famiglie e partite IVA

Bonus Renzi confermato e riforma fiscale per le partite IVA sono due delle possibili novità fiscali della Legge di Bilancio 2021.

I tempi sono ormai pronti e il Governo ha iniziato a lavorare sulla manovra del prossimo anno: dal punto di vista fiscale ci saranno grandi cambiamenti, sia per i lavoratori dipendenti che per le partite IVA.

Per i primi dovrebbe essere confermato il taglio al cuneo fiscale, che si manifesta come un bonus in busta paga per chi ha redditi da lavoro dipendente o assimilati. Rivoluzione in arrivo invece per le partite IVA, la cui tassazione dovrebbe cambiare e basarsi sul principio di cassa.

Un occhio di riguardo anche alle famiglie: per loro il Governo sta lavorando all’assegno unico, misura che sostituirà e accorperà una serie di incentivi a sostegno dei nuclei familiari.

Sono questi i temi protagonisti dei tre dossier fiscali aperti in tema di Legge di Bilancio: facciamo il punto della situazione sulle novità.

Bonus Renzi confermato in Legge di Bilancio 2021?

Sembra ci siano buone prospettive per i lavoratori dipendenti con reddito fino a 40.000 euro: il bonus Renzi dovrebbe essere confermato nella Legge di Bilancio 2021.

Ricordiamo che tecnicamente il bonus Renzi è stato abolito dal decreto del taglio del cuneo fiscale, che ne ha utilizzato le risorse stanziate e ne ha aggiunte altre, cambiando il nome all’agevolazione molto amata dai lavoratori dipendenti.

Per ora, l’ex bonus Renzi è valido fino a dicembre 2020, e viene erogato in base alla fascia di reddito di appartenenza:

Importo bonus cuneo fiscale 2020Limite di redditoModalità di erogazione
100 euro al mese 28.000 euro Credito Irpef in busta paga
80 euro al mese 28.001 euro e fino a 35.000 euro Detrazione fiscale sui redditi da lavoro dipendente
da 80 euro fino a 0 euro da 35.001 e fino a 40.000 euro Detrazione fiscale sui redditi da lavoro dipendente

In base alle anticipazioni del Messaggero, pare che il Governo stia decidendo se confermare il bonus nella forma attuale o se renderlo strutturale, assorbendolo nella più ampia riforma dell’Irpef, mentre si continua a tenere in considerazione il modello tedesco.

Bonus Renzi e riforma fiscale per le partite IVA: novità in Legge di Bilancio 2021

Le novità fiscali previste in Legge di Bilancio non si fermano qui: ci sono cambiamenti importanti in vista sia per le partite IVA che per le famiglie.

Per queste ultime il Governo sta lavorando sull’assegno unico, che dovrebbe partire da 200 euro e sostituire una serie di agevolazioni per la famiglia, dalle detrazioni agli ANF.

Rivoluzione in arrivo anche per le partite IVA, la cui tassazione potrebbe cambiare totalmente per superare il meccanismo di saldi e acconti per basarsi sul principio di cassa.

La proposta è stata più volta affermata dal direttore dell’Agenzia delle Entrate Ruffini, ma bisogna capire come strutturarla: per una misura del genere non si possono usare i fondi del Recovery Fund, destinate a provvedimenti temporanei.

Le risorse europee potrebbero invece essere utilizzate per la digitalizzazione del Fisco.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO