Partita IVA

La Partita Iva è un codice indispensabile per chi decide di intraprendere un’attività di lavoro di tipo autonomo.
La Partita Iva è infatti un codice che identifica in maniera univoca il contribuente ed è formata da 11 numeri di cui i primi 7 identificano per l’appunto la persona fisica, i seguenti 3 il codice dell’Ufficio delle Entrate e l’ultimo è un codice di controllo.
Per aprire la Partita Iva chi è interessato deve recarsi presso l’ufficio dell’Agenzia delle Entrate e compilare degli appositi moduli di richiesta. Tale adempimento deve essere svolto entro 30 giorni dall’inizio dell’attività.
La Partita Iva consente al lavoratore in possesso della stessa di emettere fatture e versare i contributi di tipo previdenziale.

Per approfondire leggi anche le guide:

Partita IVA, ultimi articoli su Money.it

Fondo perduto, il calcolo si baserà sulle perdite reali: novità e cosa cambia per le partite IVA

Rosaria Imparato

15 Aprile 2021 - 13:14

Fondo perduto, il calcolo si baserà sulle perdite reali: novità e cosa cambia per le partite IVA

Novità sul calcolo dei contributi a fondo perduto del decreto Sostegni bis o Imprese: si studia il modo di prendere in considerazione il bilancio, e quindi le perdite reali, non più il calo di fatturato. Il pagamento avverrebbe in due fasi, prima acconto e poi saldo. Vediamo cosa cambia per le partite IVA e le anticipazioni che il ministro Mise Giorgetti ha dato durante l’interrogazione del 14 aprile 2021.

Partite IVA e DL Sostegni: gli emendamenti per tagliare i costi fissi delle attività

Rosaria Imparato

14 Aprile 2021 - 16:12

Partite IVA e DL Sostegni: gli emendamenti per tagliare i costi fissi delle attività

Tra gli emendamenti presentati al DL Sostegni l’obiettivo comune è quello di tagliare i costi fissi per le attività: dalla seconda rata IMU e la TARI per il settore turistico al bonus affitti, passando per l’esenzione Tosap e Cosap: vediamo quali sono le modifiche alla legge di conversione presentate in aiuto delle partite IVA.

TARI 2021, riduzione per le imprese che recuperano i rifiuti urbani: chiarimenti dal MiTE

Rosaria Imparato

14 Aprile 2021 - 13:32

TARI 2021, riduzione per le imprese che recuperano i rifiuti urbani: chiarimenti dal MiTE

Le imprese che recuperano i rifiuti urbani possono usufruire della riduzione della TARI già da quest’anno: i chiarimenti sull’applicazione della tariffa e le scadenze da rispettare per chi non sceglie il servizio pubblico sono contenute nella circolare del Ministero della Transizione Ecologica del 12 aprile 2021.