Sondaggi politici elettorali: sorpresa Lega-Salvini, crolla Conte e il Governo

Carmine Orlando

28 Novembre 2020 - 22:15

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Sussulto della Lega nelle intenzioni di voto, risale Salvini tra i leader, crolla la fiducia nel Premier Conte e nel suo Governo. Tutti i dati del sondaggio politico.

Sondaggi politici elettorali: sorpresa Lega-Salvini, crolla Conte e il Governo

Eccoci pronti, per il consueto appuntamento con i sondaggi politici elettorali Ipsos. I dati riguardano le intenzioni di voto ai partiti, l’indice di gradimento dei leader, la fiducia nel Premier Conte e nel governo che crolla nettamente.

La Lega stacca tutti, crolla il M5S ma perde anche Fratelli d’Italia, tiene il PD. Risale il gradimento per Matteo Salvini, ma in testa resta Giorgia Meloni, stavolta da sola, visto il calo di Roberto Speranza.

Sondaggi elettorali: le intenzioni di voto

Rispetto a quattro settimane fa, i sondaggi politici Ipsos del 26 novembre 2020, indicano la Lega al 25,5%, in rialzo di un punto percentuale. Il Partito Democratico perde terreno dal Carroccio, infatti, cede lo 0,1% e si attesta al 20,6%.

Pur registrando un calo di quattro decimali, il terzo partito italiano è Fratelli d’Italia con il 15,5%. Il Movimento 5 Stelle che un mese fa era appaiato a FdI, perde nove decimali e precipita al quarto posto con il 15,0% dei consensi.

Forza Italia guadagna lo 0,1% e sale all’8,0%. Tra le forze politiche minori, la migliore è Sinistra Italiana-Art. 1 con il 3,2%, in crescita dello 0,4%. Azione resta inchiodato al 3,0%, mentre Italia Viva perde un decimale e scende al 2,8%. Europa Verde sale dello 0,1% attestandosi al 2,0%. Scende sotto il 2% +Europa (1,9%). Altre liste 2,5%. Indecisi/astenuti passano dal 40,3% al 41,0%.

Sondaggi: la fiducia nei leader politici

Giorgia Meloni è il leader più apprezzato con il 36%, stabile rispetto al 26 ottobre, ma c’è da ricordare che a fine marzo, la leader di Fdi era al 41%. Il ministro della Salute Roberto Speranza cede un punto e scende al 35%. Si conferma al terzo posto Matteo Salvini che guadagna due punti e si porta al 33%.

Fermo al 29% il segretario dem Nicola Zingaretti, perde due punti il ministro Franceschini che scende al 27%. Appaiati al 25% ed entrambi in crescita di un punto: Silvio Berlusconi e Luigi Di Maio.

I ministri Bonafede (M5S) e Bellanova (IV) crollano al 20%, il primo perde il 3%, la seconda il 2%. Stabile Vito Crimi al 19%, scende Matteo Renzi che passa dal 13% all’11%.

Pessimo mese per il Premier Conte

La fiducia nel presidente del consiglio Giuseppe Conte, scende in un mese del 3%, attestandosi al 55%. Il suo gradimento si era impennato lo scorso marzo al 61%, arrivando anche al 66% nel mese di aprile. Da allora fino ad oggi, non era mai sceso sotto il 60%.

Il gradimento per il Governo è passato dal 55% di fine ottobre al 52% attuale. Nell’ultima settimana di settembre, la fiducia nell’esecutivo era salita al 62%. Mai così basso il suo gradimento, dall’impennata di fine marzo che lo avevo portato dal 48% al 61%.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories