Sondaggi politici: Lega e PD in calo, moderati vicini alla doppia cifra

L’ultimo sondaggio politico di Swg indica in calo la Lega e il Partito Democratico tutto a vantaggio di Fratelli d’Italia e Movimento 5 Stelle, mentre l’unione dei tre partiti moderati Italia Viva, Azione e +Europa andrebbe a sfiorare la doppia cifra.

Sondaggi politici: Lega e PD in calo, moderati vicini alla doppia cifra

Mentre l’Italia ripiomba nell’incubo coronavirus con tanto di nuovo DPCM licenziato dal premier Conte per far fronte all’emergenza, l’ultimo sondaggio politico di Swg diramato in data 12 ottobre dal Tg La7 vede in calo i due principali partiti del Paese.

Sia la Lega che il Partito Democratico vengono infatti indicati in calo, con il distacco tra le due forze politiche che rimane sostanzialmente invariato rispetto alla scorsa settimana e sempre nell’ordine dei quattro punti percentuale.

Alle loro spalle si confermerebbe Fratelli d’Italia che sembrerebbe continuare la sua crescita, mentre dopo un periodo negativo tornerebbe ad avere il segno positivo il Movimento 5 Stelle.

In crescita vengono dati +Europa, Italia Viva e Azione: nel caso dovesse passare la nuova legge elettorale di stampo proporzionale, un listone comune di queste forze moderate potrebbe sfiorare la doppia cifra.

Sondaggi politici: Lega e PD in calo

Archiviato l’election day tutte le attenzioni politiche tornano a essere rivolte all’emergenza coronavirus, vista la curva del contagio che è tornata pericolosamente a salire e le nuove misure decise dal governo. Di conseguenza l’ultimo sondaggio di Swg potrebbe aver risentito di questi eventi.

Fratelli d’Italia sembrerebbe continuare infatti a rosicchiare consensi alla Lega, con i due partiti che insieme sarebbero comunque oltre il 40% e teoricamente potenziali vincitori se si votasse con l’attuale legge elettorale anche senza Forza Italia, con il partito di Silvio Berlusconi dato di nuovo in flessione.

Tra le forze di governo segno negativo per il Partito Democratico che così sembrerebbe non approfittare del passo indietro del Carroccio, mentre dopo un periodo negativo tornerebbe a crescere anche se di poco La Sinistra.

Sorride vedendo il sondaggio anche il Movimento 5 Stelle, anche se i pentastellati dopo il calo delle scorse settimane sarebbero ormai stati scavalcati da Fratelli d’Italia come terza forza politica del Paese.

In crescita secondo Swg tutte le forze moderate: da +Europa a Italia Viva fino ad Azione, sarebbero tutte in bilico sulla soglia di sbarramento del 3% che però potrebbe salire al 5% con il Brescellum, la nuova legge elettorale che presto approderà in Parlamento.

Sempre il Brescellum visto il suo impianto proporzionale potrebbe spingere Matteo Renzi, Carlo Calenda ed Emma Bonino, a dare vita a un listone unitario riformista che viste le percentuali snocciolate dal sondaggio si avvicinerebbe alla doppia cifra.

Se poi dovesse unirsi anche una parte di Forza Italia, in Italia potrebbe formarsi una situazione tripolare: Lega e Fratelli d’Italia a destra, PD e 5 Stelle a sinistra e i moderati al centro. Uno scenario questo che renderebbe inevitabile degli accordi post voto in caso di elezioni.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories