Nessuna tassa su smartphone e tablet. Il Governo smentisce i rincari

Vittoria Patanè

4 Febbraio 2014 - 22:31

condividi

Una smentita che sicuramente farà piacere alla maggioranza degli italiani.

Non è prevista nessuna tassa su smartphone e tablet e le ipotetiche tariffe pubblicate in merito agli aumenti di costo sono infondate.
La norma a cui si fa riferimento è quella relativa all’equo compenso per i produttori di contenuti, regolata attraverso decreto ministeriale, in attuazione di una norma vincolante europea che impone rinnovi triennali. Il precedente decreto del 2009 è già scaduto e il ministro Massimo Bray sta lavorando a una soluzione condivisa, nel rispetto e nella difesa del valore del diritto d’autore, ascoltando tutte le categorie interessate per raggiungere una decisione equilibrata nell’interesse degli autori, dei produttori di smartphone e tablet e, soprattutto, dei cittadini fruitori degli stessi.

Queste le dichiarazioni arrivate dal ministero dei Beni Culturali, confermate anche da Confindustria Cultura Italia che ha ribadito come l’ipotesi di un rincaro sia totalmente priva di fondamento.

Argomenti

# Tasse
# Tablet

Iscriviti a Money.it