JP Morgan stanzia 30 miliardi di dollari contro “razzismo sociale”

JP Morgan annuncia un investimento di 30 miliardi di dollari contro il “razzismo sociale” che colpisce afroamericani e latini negli Stati Uniti.

JP Morgan stanzia 30 miliardi di dollari contro “razzismo sociale”

JP Morgan è pronta a stanziare 30 miliardi di dollari negli Stati Uniti per combattere le disuguaglianze razziali ed etniche, attraverso dei prestiti aggiuntivi riguardanti sia le necessità familiari che di business, come i mutui sulla casa e misure a sostegno delle piccole imprese.

L’obiettivo della banca, tra le più importanti in America e nel mondo, è quello di ridurre il più possibile il divario economico tra le diverse etnie del Paese, combattendo il cosiddetto “razzismo sociale”, ovvero quelle azioni che permettono ad un gruppo etnico di avere condizioni socio-economiche più vantaggiose rispetto a un altro.

JP Morgan stanzia 30 miliardi contro il “razzismo sociale”

Come affermato dal CEO di JP Morgan James Dimon il razzismo sociale è un problema tragico della storia americana, il quale costringe gli afroamericani e i latini in una posizione di subalternità rispetto ai bianchi.

Nel piano quinquennale elaborata dalla multinazionale di New York, 8 miliardi di dollari saranno destinati al finanziamento di nuovi 40.000 mutui per i neri e i latinoamericani che vogliono comprare casa, mentre ulteriori 4 miliardi saranno messi a disposizione per abbassare l’ammontare totale che devono restituire 20.000 clienti.

Verranno stanziati anche 14 miliardi di dollari per aiutare 100.000 famiglie nell’affitto di case a prezzi accessibili, mentre 2 miliardi di dollari saranno erogati in prestito alle piccole attività commerciali nelle comunità locali a maggioranza nera e latina.

L’annuncio di questa nuova policy non ha inciso negativamente sui titoli azionari di JP Morgan, i quali, al contrario, stanno registrando nelle ultime ore un aumento superiore all’1,7%.

Le accuse verso JP Morgan

Il colosso finanziario si aggiunge ad una serie di società, come Apple e Google, che hanno deciso di scendere in campo nell’ambito dei diritti civili in seguito al triste episodio della morte di George Floyd per mano di un ufficiale di polizia di Minneapolis, dando vita al movimento di protesta Black Lives Matter.

Tuttavia, nonostante l’ingente somma, non mancano le polemiche nei confronti di JP Morgan. Infatti, secondo alcuni, si tratta di un impegno minimo se si considera che la banca statunitense possiede a oggi un patrimonio di 3,2 trilioni di dollari.

Inoltre, in molti accusano la stessa JP Morgan, di avere come unico obiettivo quello di ripulirsi l’immagine, dopo che negli anni si sono verificati diversi episodi di razzismo nei confronti sia dei dipendenti che dei clienti di colore.

Per combattere anche questo problema, l’amministratore delegato Dimon ha annunciato che verrà introdotto per gli impiegati un nuovo sistema di bonus sui compensi legato proprio alla diversificazione della clientela.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories