Facebook, Instagram e WhatsApp Down: la causa ufficiale

Ecco perché Facebook, Instagram e WhatsApp non hanno funzionato lo scorso 13 marzo: il down più lungo della storia dei social ha ora una spiegazione ufficiale.

Facebook, Instagram e WhatsApp Down: la causa ufficiale

Il down di Facebook, Instagram e WhatsApp ha coinvolto per 14 lunghe ore tutti gli utenti iscritti in ogni parte del mondo. Il terremoto che ha portato al blackout dei principali social network del 13 marzo ha impedito il corretto funzionamento delle app mobile e molte ipotesi sono state fatte in merito alla causa ufficiale all’origine del problema.

Qualcuno ha visto nel temporaneo down l’arrivo del futuro aggiornamento che unificherà le funzioni di messaggistica di Facebook, Instagram e WhatsApp (attualmente, come sappiamo, di proprietà di Mark Zuckerberg). Oggi la risposta al misterioso bug arriva direttamente da Facebook che attraverso un post pubblicato sul proprio account Twitter ha dato spiegazioni in merito al malfunzionamento più lungo della storia dei social network.

Leggi anche Facebook ci ascolta? Perché pensiamo che i nostri telefoni ci spiano

Facebook, Instagram e WhatsApp down: cosa è successo

La buona notizia, confermata fin dalle prime ore dal down dei tre social, è che i dati personali degli utenti sono al sicuro: nessun attacco informatico DDoS ha coinvolto Facebook, Instagram e WhatsApp. Come comunicato dal social bianco e blu, le cause all’origine del problema sono di natura interna:

“Nella giornata di ieri, a seguito di una modifica alla configurazione dei server, molte persone hanno riscontrato problemi ad accedere alle nostre applicazioni e ai nostri servizi. Abbiamo risolto i problemi ed i nostri sistemi sono in ripresa. Siamo dispiaciuti per l’inconveniente e vi ringraziamo per la vostra pazienza".

Un problema di tipo tecnico quello ufficialmente dichiarato che va ad escludere l’ipotesi di un hackeraggio ai danni degli iscritti, oltre all’arrivo della futura fusione tra Facebook, Instagram e WhatsApp.

Le spiegazioni di Facebook sono però abbastanza sibilline, e diverse testate del settore estere hanno fornito diverse ipotesi riguardo la natura precisa del danno subito dalle app di Mark Zuckerberg, sulla base di quanto dichiarato.

È TechCrunch a ipotizzare un problema dovuto all’instradamento del traffico internet: un difetto di codice informatico che controlla questa delicata funzione di routing che rende possibile la connessione di più sistemi tra loro all’interno della rete. Non uno switch off generale e premeditato o un attacco informatico su vasta scala, ma un semplice e accidentale malfunzionamento imprevisto che ha messo sotto scacco le piattaforme social online più famose al mondo.

Per ora tutto sembra essere tornato alla normalità, ma il lasso di tempo in cui Facebook, Instagram e WhatsApp sono stati inutilizzabili potrebbe costare molto al colosso di Menlo Park.

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su Facebook

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.