Equity Crowdfunding: le migliori piattaforme in Italia

2 Luglio 2022 - 19:37

condividi

Le migliori piattaforme di equity crowdfunding in Italia per numero di progetti pubblicati, campagne chiuse con successo, numero di investitori e capitali raccolti.

Equity Crowdfunding: le migliori piattaforme in Italia

Equity Crowdfunding, ovvero sostenere le startup innovative e le PMI investendo una somma di denaro in cambio di quote societarie (equity) attraverso siti internet autorizzati che svolgono il ruolo di intermediari tra la folla di investitori e le imprese.

La raccolta fondi tramite questi portali è un fenomeno che anche in Italia sta trovando terreno sempre più fertile. Pensiamo che, se nel 2017 il crowdfunding azionario nel nostro Paese ammontava a 11.586 milioni di euro, il capitale totale raccolto nel primo semestre del 2021 attraverso l’equity crowdfunding ha preso il volo, raggiungendo i 65,3 milioni di euro nonostante la crisi sanitaria ed economica dovuta al Covid-19.

Investire nelle imprese tramite forme di finanza alternativa conviene ai finanziatori anche perché possono usufruire di agevolazioni e benefici fiscali sia in caso di persone fisiche che di aziende.

Conosciamo meglio le migliori piattaforme di equity crowdfunding del 2021 autorizzate da Consob: la nostra Top 5 per orientarsi nell’universo degli investimenti alternativi.

CrowdFundMe

L’unica piattaforma di crowdinvesting quotata a Piazza Affari e la prima per numero di investitori, che negli anni ha collezionato un successo dopo l’altro. Dopo aver chiuso il 2020 con una campagna record che ha raccolto oltre 2 milioni e 700mila euro con il progetto DeepSpeed, il primo jet navale fuoribordo elettrico brevettato da Sealence Spa, questa realtà ha continuato a crescere, raggiungendo vette sempre più importanti. Nel momento in cui scriviamo può contare su 157 progetti di successo, più di 22mila investimenti e oltre 80 milioni di euro raccolti.

Tra le aziende lanciate da CrowdFundMe troviamo CleanB&B, startup leader per la gestione di affitti brevi e case vacanza, e Glass2Power, che ha sviluppato la tecnologia per le finestre fotovoltaiche del futuro.

Il funzionamento della piattaforma è piuttosto semplice: dopo essersi registrati e aver compilato il proprio profilo, gli investitori hanno libero accesso a tutte le campagne e possono chiedere maggiori informazioni agli imprenditori sfruttando l’apposita sezione Q&A. Inoltre, chi lo desidera può valutare i business plan completi delle società e le competenze dei rispettivi team. Dopo aver raccolto tutte le informazioni necessarie, è possibile scegliere la società che si vuole supportare tramite pochi semplici passaggi. Si può selezionare l’importo che si preferisce e procedere al pagamento tramite bonifico. Bisogna però tenere presente che ogni campagna ha un chip minimo, che in molti casi parte da 250 € o 1000 €.

Mamacrowd

La piattaforma ideata e gestita da SiamoSoci e lanciata nel 2016 si conferma piattaforma leader in Italia per raccolta di capitali (superati i €154 milioni al 17/06/2022) e seconda per numero di campagne attivate. Nel 2020 ha ampliato la sua offerta aprendo al real estate crowdfunding con un progetto di sviluppo immobiliare puro, G311 - Green Living, che ha raccolto 2,7 milioni di euro. Dal 2022 fa parte del Gruppo Azimut, il principale gruppo indipendente italiano nel settore del risparmio gestito.

Secondo i dati riportati dall’azienda, finora Mamacrowd ha finanziato più di 160 progetti di startup e PMI innovative, attirato oltre 116mila investitori e raccolto quasi 154 milioni e mezzo di euro di investimenti.
Mamacrowd in Italia è anche uno dei portali di crowdinvesting più attenti al settore della green economy e tra i più attivi nel proporre progetti con impatto positivo sull’ambiente.

La piattaforma permette di investire in equity crowdfunding partendo da una spesa minima di 250 euro. Gli investitori possono differenziare il proprio portfolio e diventare soci delle aziende seguendo pochi semplici passaggi. Innanzitutto bisogna iscriversi o accedere a Mamacrowd. A questo punto si possono scoprire i vari progetti disponibili, selezionarne uno di proprio interesse sul quale investire e inserire l’importo con cui si vuole dare il proprio contributo. Per confermare l’investimento bisogna prima inserire tutti i dati necessari al completamento del proprio profilo. Il pagamento può essere effettuato tramite un bonifico online o sul sito della propria banca, senza commissioni aggiuntive a quelle già previste.

200 Crowd

In Italia è la piattaforma di riferimento per l’ecosistema fintech. Stiamo parlando di 200 Crowd, ex Tip Ventures, che negli ultimi anni ha raccolto oltre 20 milioni di euro di capitale.
Il portale fondato da Matteo Masserdotti e Carlo Saccone ha ospitato campagne di successo come quelle di SplittyPay, GrowishPay, Alfonsino, Soisy e Sixth Continent, che ha sfiorato i 2 milioni di euro di raccolta da oltre 900 investitori.

Anche in questo caso, i potenziali investitori devono limitarsi a seguire pochi passaggi per dare il proprio supporto a un progetto in cui credono. Una volta scelta una delle opportunità d’investimento selezionate dal team della piattaforma tramite un algoritmo, gli utenti non devono fare altro che seguire le istruzioni a schermo per procedere. Il pagamento avviene tramite bonifico.

Backtowork24

Backtowork24 è un portale che è stato fondato nel 2012 da Carlo e Alberto Bassi con l’obiettivo di veicolare investimenti e competenze manageriali verso le piccole imprese. I buoni risultati raggiunti nel corso degli ultimi anni sono stati spinti sia dai progetti di crowdinvesting immobiliare presenti sulla piattaforma sia dalla colossale campagna di e-Novia Spa tramite la società veicolo Fin-Novia Srl. Si tratta di una delle raccolte tramite equity crowdfunding più grandi in Europa (7,6 milioni di euro).

La società è partecipata dal Gruppo Intesa Sanpaolo.
Backtowork24 spicca per la sua trasparenza. All’interno delle pagine dedicate alle campagne è possibile trovare tutte le informazioni sui progetti e i documenti necessari per esaminare le opportunità di investimento. Chi lo desidera può anche fissare una call con un referente della piattaforma per ricevere maggiori informazioni o incontrare il fondatore dell’azienda che ha lanciato la campagna presso alcuni eventi.

Walliance

Walliance è la prima piattaforma italiana di equity crowdfunding per il Real Estate che permette agli utenti di scegliere direttamente online il progetto immobiliare di proprio gradimento e su cui investire anche solo 500 euro. Il tutto comodamente da casa via computer o smartphone, con zero costi di iscrizione e di commissioni.

Trentina di nascita (è stata fondata dalla Bertoldi Holding di Giacomo e Gianluca Bertoldi) e autorizzata da Consob nel marzo 2017, finora Walliance ha già raccolto oltre 64 milioni di euro di investimenti e finanziato 39 progetti, posizionandosi tra i top player italiani per finanziamenti tramite equity crowdfunding.

La piattaforma offre l’opportunità di diventare socio di un’operazione immobiliare. “Investi in equity crowdfunding risparmiando tempo e risorse. Per ogni operazione troverai un pacchetto di informazioni specifiche per eseguire con facilità la tua due diligence”.

Argomenti

# Italia

Iscriviti a Money.it