Come sta Silvio Berlusconi? Il mistero dell’ultimo tampone

L’amico Adriano Galliani ha parlato di un tampone negativo per Silvio Berlusconi, ma fonti provenienti da Forza Italia in serata hanno smentito la cosa: come sta l’ex premier alle prese da un mese con il coronavirus?

Come sta Silvio Berlusconi? Il mistero dell'ultimo tampone

Non è stato il migliore dei compleanni per Silvio Berlusconi che ha appena spento 84 candeline. Oltre ai problemi di salute legati alla sua positività al coronavirus, ci sono anche le elezioni regionali che non sono andate molto bene per Forza Italia.

Come se non bastasse, gli ultimi sondaggi politici danno gli azzurri ulteriormente in ribasso tanto da rendere in discussione il superamento della soglia di sbarramento se questa, con la legge elettorale pronta ad approdare in Parlamento, dovesse essere innalzata dal 3 al 5%.

Una buona notizia però l’aveva data Adriano Galliani, con l’amico di sempre con cui adesso sta condividendo la nuova esperienza alla guida del Monza che ha parlato di un primo tampone negativo per Silvio Berlusconi.

A stretto giro però è arrivata una smentita da fonti vicine al leader forzista, con le condizioni di salute dell’ex premier che comunque vengono descritte come discrete dopo il ricovero a inizio settembre, quando è stata data la notizia del suo contagio.

Lo stato di salute di Berlusconi

Lo scorso 2 settembre Silvio Berlusconi insieme alla fidanzata Martina Fascina e ai figli Luigi e Barbara, è risultato essere positivo al coronavirus. Vista l’età e le malattie pregresse, la notizia ha destato non poche preoccupazioni.

Immediato il suo ricovero all’ospedale San Raffaele di Milano dove si è parlato di un inizio di polmonite bilaterale. Le sue condizioni fortunatamente non si sono però aggravate tanto che adesso l’ex premier sta svolgendo la quarantena nella sua villa di Arcore.

La carica virale del tampone nasofaringeo di Berlusconi era talmente elevata che a marzo-aprile, sicuramente non avrebbe avuto l’esito che fortunatamente ha ora - ha dichiarato nelle scorse settimane il suo medico Alberto Zangrillo - Lo avrebbe ucciso? Assolutamente sì, molto probabilmente sì, e lui lo sa”.

Al 26 settembre Silvio Berlusconi è risultato essere ancora positivo, ma Adriano Galliani nel giorno del compleanno dell’europarlamentare ha dato la notizia, poi smentita dall’entourage dell’ex premier, di un “primo tampone negativo, aspettiamo il secondo nei prossimi giorni così potremo dire che sarà uscito, dopo un mese, da questo incubo”.

Stando a quanto riporta Adnkronos, al momento il leader di Forza Italia non avrebbe sintomi rilevanti, eccezion fatta per l’astenia che viene descritta però come molto comune tra i pazienti colpiti dal coronavirus.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories