Caso Open Arms, il video di Toninelli inchioda il Movimento 5 Stelle?

Matteo Salvini ha pubblicato un video di Toninelli sui propri canali social per inchiodare il Movimento 5 Stelle sul caso Open Arms.

Caso Open Arms, il video di Toninelli inchioda il Movimento 5 Stelle?

Continua lo scontro tra Lega e Movimento 5 Stelle, e più precisamente tra Salvini e Toninelli, sul caso Open Arms.

Dopo le dichiarazioni di ieri in Senato, in cui venivano tirati in ballo sia l’ex alleato di governo che Giuseppe Conte, lo stesso Matteo Salvini ha infatti postato sui propri canali social un video che vede protagonista l’ex ministro delle Infrastrutture, con l’obiettivo di inchiodare il M5S alle proprie responsabilità.

Il video di Toninelli mette nei guai il M5S?

Nel video datato 18 maggio 2019, Toninelli affermava che sugli sbarchi a decidere “non è Salvini, ma Salvini insieme al sottoscritto e al presidente del Consiglio Giuseppe Conte abbiamo diminuito di una cifra veramente enorme il numero degli sbarchi. Significa che stiamo facendo un buon lavoro di squadra”.

Inoltre il senatore pentastellato spiegava la divisione dei ruoli su questa area di intervento: “Io gestisco la parte della sicurezza e della navigazione fino all’attracco della nave. Salvini gestisce la parte dell’ordine pubblico”.

Open Arms, il video che compromette Toninelli

Il post arriva dopo che ieri sera Danilo Toninelli era passato all’attacco ai microfoni di Stasera Italia, sostenendo che “Salvini ha fatto una stupidaggine e se il Pubblico Ministero ritiene che è in violazione della legge deve andare davanti ad un tribunale”.

Noi veniamo additati come quelli che hanno cambiato idea - continua Toninelli - Sul caso Diciotti, nell’estate 2018, io con Salvini ci parlavo costantemente e tutto veniva riportato a Conte”.

"Per quanto riguarda il caso Open Arms, era invece l’agosto 2019. Noi non lo vedevamo più da metà luglio, perché era in piazza o in spiaggia a bere il Mojito, aveva già creato una crisi di governo e ha fatto tutto da solo, facendo una stupidaggine”.

Dalla crisi di governo della scorsa estate continuano quindi le polemiche tra i partiti della passata maggioranza giallo-verde, che da alleati sono passati ad essere nemici giurati.

Vedremo, a questo punto, se Salvini riuscirà a perseguire l’obiettivo di portare con sé a processo anche Toninelli e Giuseppe Conte, o se, al contrario si dovrà presentare al tribunale di Palermo da solo.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories