Borsa Oggi, 16 settembre 2021: Ftse Mib positivo, rally di CNH

Luca Fiore

16/09/2021

16/09/2021 - 17:54

condividi

Chiusura in positivo per la Borsa oggi, 16 settembre 2021. Sul Ftse Mib giornata a due velocità per CNH Industrial e Banca Generali. Spread a 100pb.

Borsa Oggi, 16 settembre 2021: Ftse Mib positivo, rally di CNH

Seduta positiva della Borsa oggi: sul Ftse Mib spicca il rialzo di CNH Industrial e la debolezza di Banca Generali.

L’eurodollaro quota in calo a 1,17614 (-0,45%) mentre il future con consegna novembre sul petrolio Brent perde lo 0,7% a 74,2 dollari al barile.

Borsa Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib chiude in rialzo

La seduta del Ftse Mib si è chiusa a 25.963,93 punti, +0,78% rispetto al dato precedente.

Poco mosso, a 100 punti base, lo spread Btp-Bund.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib si conferma tonico

Alle 13 il Cac40 sale dello 0,98%, il Dax dello 0,46% eed il Ftse Mib guadagna l’1,1%.

L’avvicinarsi dello spin-off di Iveco permette a CNH Industrial di salire del 4,99%. Bene anche Stellantis e Pirelli, in rialzo rispettivamente dell’1,98 e dell’1,4 per cento.

La performance peggiore è ancora appannaggio di Banca Generali (-0,94%), che avrebbe svalutato bond legati al sistema sanitario pubblico italiano dal valore di 500 milioni di euro.

Future Wall Street: prevista apertura debole

In attesa che, alle 13:30 partano le contrattazioni a Wall Street, il derivato sul Dow Jones registra un -0,09%, quello sullo S&P500 un -0,13% ed il future sul Nasdaq arretra dello 0,22%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib, Banca Generali in rosso

Poco dopo l’avvio degli scambi il Ftse100 registra un +0,48%, il Cac40 segna un +0,74%. il Dax un +0,69% ed il nostro Ftse Mib avanza di un punto percentuale tondo a 26.018,91 punti.

Sul paniere delle blue chip spicca la debolezza di Banca Generali (-0,84%). Secondo quanto riportato dal Financial Times, a causa della pandemia la società avrebbe svalutato bond legati al sistema sanitario pubblico italiano dal valore di 500 milioni di euro.

Partenza di seduta all’insegna degli acquisti per Stellantis (+1,61%), Ferrari (+1,84%) e CNH Industrial (+3,94%), spinta dal sempre più prossimo spin-off di Iveco.

Tra le aziende di pubblica utilità, segno più per A2A (+1,71%), Enel (+1,1%) ed Hera (+0,97%). Bene anche Eni (+1,04%) che, secondo quanto riportato da Il Sole 24 Ore, avrebbe ricevuto le offerte per una quota di minoranza di Enipower.

Nel settore dei titoli di Stato, lo spread Btp-Bund quota poco mosso a 100 punti base.

Borse Asia: Tokyo ancora in rosso

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, registra un -1,76%, il China A50 ha segnato un -0,49% e l’australiano S&P/ASX 200 ha terminato con un +0,58%.

Seconda seduta di debolezza consecutiva per l’indice giapponese Nikkei, sceso dello 0,62%..

Wall Street: indici in rialzo

La seduta del Dow Jones si è chiusa con un +0,68%, lo S&P500 ha segnato un +0,85% ed il Nasdaq ha terminato gli scambi con un +0,82%.

Argomenti

# Italia
# ENI

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.