Borsa Milano Oggi, 6 aprile 2022: profondo rosso per il Ftse Mib

Luca Fiore

06/04/2022

06/04/2022 - 18:02

condividi

Giornata di vendite per la Borsa Milano oggi, 6 aprile 2022. Tra le performance peggiori del Ftse Mib troviamo quelle di Stellantis e di Cnh Industrial. Dopo il segno più della prima parte, il prezzo del petrolio è stato penalizzato dalle ultime notizie.

Borsa Milano Oggi, 6 aprile 2022: profondo rosso per il Ftse Mib

La Borsa Milano oggi ha chiuso in deciso territorio negativo: sul Ftse Mib spicca la debolezza del terzetto formato da Stellantis (-4,45%), Pirelli (-5,41%) e Cnh Industrial (-5,04%).

In attesa della pubblicazione delle minute dell’ultima riunione della Federal Reserve, il focus è sulle dichiarazioni di Lael Brainard. Secondo il membro del board della Fed, la politica monetaria va inasprita per ridurre le pressioni inflazionistiche (una stretta di 50 punti base nel meeting di maggio è stimata all’80%).

Dopo l’annuncio del rilascio di 60 milioni di barili da parte dell’Agenzia internazionale per l’energia e l’incremento inatteso delle scorte Usa (+2,4 milioni di barili), il future sul petrolio Brent scende del 2,6% a 103,8 dollari al barile.

Sul valutario, l’eurodollaro è invariato a 1,0907.

Borsa Milano Oggi, aggiornamento ore 17:45: Ftse Mib scende in quota 24.500 punti

La seduta del Ftse Mib si è chiusa a 24.447,36 punti, -2,06% rispetto al dato precedente.

Forte rialzo per Atlantia (+2,45%) grazie ai rumor relativi l’interesse di Florentino Perez, presidente di Acs e del Real Madrid.

Il clima di avversione al rischio ha fatto salire lo spread tra i nostri Btp ed i titoli tedeschi di quasi 3 punti percentualii a 168 punti base.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib, Eni in controtendenza

Poco prima delle 13 il Cac40 perde l’1,4%, il Dax registra un -1,5% ed il Ftse Mib arretra dell’1,59%.

In scia dell’andamento del greggio, Eni guadagna lo 0,37% mentre Saipem, che ha annunciato nuovi contratti per oltre 400 milioni di dollari, segna un -0,53%.

Future Wall Street: prevista apertura in rosso

A due ore e mezza dall’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones registra un -0,51%, quello sullo S&P500 perde lo 0,67% e il future sul Nasdaq arretra dell’1,06%.

Aggiornamento ore 09:25: Ftse Mib, Eni ed Enel in sostanziale parità

Poco dopo l’avvio delle contrattazioni, il Ftse100 scende dell’1,34%, il Cac40 perde lo 0,92% ed il Dax registra un -1,11%.

Andamento simile per Milano, dove il Ftse Mib passa di mano a 24.701,71 punti, -1,04% rispetto al dato precedente.

Tra i big di Piazza Affari, Enel scende dello 0,5% mentre Eni lascia sul campo lo 0,36%.

Parità per Saipem, che si è aggiudicata nuovi contratti nel drilling offshore in Medio Oriente e in Africa per oltre 400 milioni di dollari.

Lo spread Btp-Bund è poco mosso a 162 punti base.

Borse Asia: Tokyo in deciso calo

L’indice Hang Seng arretra dell’1,91%, il China A50 ha chiuso con un -0,3% mentre l’australiano S&P/ASX 200 ha terminato in calo di mezzo punto percentuale tondo.

A Tokyo, il Nikkei è sceso dell’1,58% portandosi a 27.350,30 punti.

Wall Street: forte calo per il Nasdaq

La seduta del Dow Jones si è chiusa con un -0,8%, lo S&P500 ha terminato con un -1,26% ed il Nasdaq ha segnato un -2,26%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.