Borsa Milano Oggi, 4 giugno 2021: Ftse Mib chiude la settimana ai massimi dal 2008

Luca Fiore

04/06/2021

04/06/2021 - 18:01

condividi

La Borsa di Milano oggi, 4 giugno 2021, ha chiuso la settimana con il Ftse Mib a livelli che non si vedevano dal 2008. Spread poco mosso in attesa del giudizio dell’agenzia Fitch.

Borsa Milano Oggi, 4 giugno 2021: Ftse Mib chiude la settimana ai massimi dal 2008

Ultima seduta della settimana che si è chiusa in positivo per la Borsa di Milano oggi: nel giorno delle payrolls USA, il Ftse Mib si è fermato a livelli che non si vedevano dal 2008.

A maggio il saldo delle buste paga nei settori non agricoli (le c.d. non-farm payrolls) è stato positivo per 559 mila unità, al di sotto delle 645 mila stimate dagli analisti. Meglio del previsto invece il tasso di disoccupazione, sceso dal 6,1 al 5,8 per cento.

I numeri, che hanno spinto al rialzo i mercati perché tengono a debita distanza le discussioni relative la riduzione degli stimoli monetari, hanno anche evidenziato un incremento particolarmente sostenuto delle retribuzioni, passate dal +0,4% al +2%.

Si tratta di un aspetto che non mancherà di riversarsi sui prezzi al consumo e che ha parzialmente frenato la risalita delle piazze finanziarie ed il processo di indebolimento del dollaro (+0,35% per l’eur/usd a 1,21680).

Dal fronte materie prime, nuovo incremento del petrolio Brent, in aumento dello 0,29% a 71,5 dollari il barile.

Per quanto riguarda il nostro Paese, in serata Fitch si esprimerà sul rating italiano (attualmente a “BBB-” con un outlook stabile). Oggi l’Istat ha fatto sapere di attendersi una crescita del Pil tricolore del 4,7% nell’anno corrente e del 4,4% il prossimo.

Borsa Milano Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib ai top del 2008

La settimana del nostro Ftse Mib è terminata a livelli che non si vedevano dal 2008 a 25.570,46 punti (+0,46%) mentre lo spread non ha fatto registrare variazioni di rilievo a 103 punti base.

La performance migliore sul Ftse Mib è registrata da Stellantis, salita del 2,8%. Poco più dietro Saipem (+2,73%) dopo l’annuncio dell’accordo per l’acquisizione delle attività di Naval Energies nel settore dell’energia eolica flottante.

Nel comparto delle aziende di pubblica utilità, +1,55% per A2A, +0,49% di Enel e +1,22% di Hera.

Perfetta parità per Assicurazioni Generali che ha presentato un’offerta non vincolante per la divisione di asset management di NN Group.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib poco mosso

Il Ftse Mib segna un +0,11%, il Dax un -0,15% ed il Cac40 un -0,14%.

Incremento di un punto percentuale per lo spread a 103 punti base.

Top performer del Ftse Mib si conferma Saipem (+3,97%) che ha annunciato un accordo per l’acquisizione delle attività di Naval Energies nel settore dell’energia eolica flottante.

“Con questa acquisizione -ha detto Mauro Piasere, responsabile della Business Unit Offshore New Energies di Saipem- ampliamo il nostro portafoglio di tecnologie e posizioniamo Saipem nella gara per l’assegnazione del progetto eolico flottante offshore di Groix & Belle-Île, in Francia, per il quale punteremo sulle nostre riconosciute capacità di esecuzione di progetti chiavi in mano, al servizio di EOLFI".

Sostanziale parità per Assicurazioni Generali (+0,07%) che ha presentato un’offerta non vincolante per la divisione di asset management di NN Group. Della partita potrebbe far parte anche Intesa Sanpaolo (+0,2%).

Future Wall Street piatti

In attesa dei dati su payrolls e tasso di disoccupazione USA i future sui tre più importanti indici di Wall Street quotano in parità: derivato sul Dow Jones segna un -0,04%, quello sullo S&P500 un +0,02% e quello sul Nasdaq un +0,01%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib parte positivo

Il Ftse Mib nei primi scambi sale dello 0,23% a 25.511,5 punti, il Dax fa registrare un andamento simile (+0,22%) mentre Cac40 (+0,04%) e Ftse100 (-0,01%) non segnano variazioni di rilievo.

Stabile lo spread a 102 punti base.

La performance migliore sul Ftse Mib è registrata da Saipem (+2,05%) che ha annunciato un accordo per l’acquisizione delle attività di Naval Energies nel settore dell’energia eolica flottante.

Nel comparto delle aziende di pubblica utilità, +0,82% per A2A, +0,67% di Enel e +0,74% di Hera.

Rosso di un quarto di punto percentuale per Assicurazioni Generali (-0,26%) che ha presentato un’offerta non vincolante per la divisione di asset management di NN Group. Della partita potrebbe far parte anche Intesa Sanpaolo (parità).

Borse Asia: borsa Tokyo chiude in rosso

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, arretra dello 0,2%, il China A50 è salito dello 0,7% mentre il Nikkei ha chiuso con un -0,4%.

Segno più per l’indice australiano S&P/ASX 200 (+0,49%).

Wall Street: Nasdaq scende dell’1%

La seduta di ieri del Dow Jones è terminata con un -0,07% lo S&P500 ha chiuso con un -0,36% ed il Nasdaq con un -1,03%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.