Bonus assunzioni per personale altamente qualificato: sgravi fiscali, beneficiari e chiarimenti del MISE

Dal 12 Gennaio 2015 sarà possibile richiedere il bonus assunzioni per personale altamente qualificato relative all’anno 2013. Ecco i chiarimenti e le specifiche del Ministero dello Sviluppo Economico.

Si aprono, il prossimo Lunedì 12 Gennaio 2015, le porte per la richiesta del bonus assunzioni per il personale altamente qualificato assunto dalle aziende nell’anno 2013, per le attività di ricerca e sviluppo. In vista della scadenza appare opportuno ricordare tutte le caratteristiche dell’agevolazione fiscale, disciplinata dal D. L. 83/2012 e dal D.M. 23/10/2013 e chiarire i contenuti della circolare n. 828, del 9 gennaio 2015, emanata dal Ministero dello Sviluppo Economico proprio in vista dell’apertura dei termini per richiedere il bonus.

Agevolazione fiscale
Le aziende che, nell’anno 2013, hanno assunto personale altamente qualificato per attività di ricerca e sviluppo potranno ottenere un credito di imposta del 35% del costo aziendale sostenuto. Il bonus assunzioni è fruibile per un massimo di un anno e per un tetto massimo annuale di 200000 euro. Il costo aziendale è rappresentato dall’effettivo costo salariale sostenuto dall’impresa, inclusi la retribuzione lorda (prima delle imposte), i contributi obbligatori e quelli assistenziali per figli e familiari.

Soggetti beneficiari
Il bonus per le assunzioni di personale altamente qualificato è assegnato a tutte le imprese che ne facciano richiesta, indipendentemente dalla forma giuridica assunta, dalle dimensioni aziendali, dal settore economico in cui operano e dal regime contabile adottato.
L’unica condizione veramente vincolante è la titolarità di reddito d’impresa, per questo il bonus può essere richiesto anche da ditte individuali che operano con Partita IVA. Specifici fondi per fruire del bonus, sono riservati alle imprese che operano, anche in regime dei minimi nelle zone colpite dal sisma del 2012 e per le startup, le imprese innovative e gli incubatori di impresa. Sono esclusi i titolari di reddito da lavoro autonomo.
Le domande per richiedere il credito di imposta possono essere presentate esclusivamente in via telematica, attraverso la procedura accessibile dal portale www.cipaq.mise.gov.it e dovranno essere corredate dalla firma digitale e dalla certificazione contabile dell’azienda.

Chi è il personale altamente qualificato?
Il bonus assunzioni può essere richiesto da quelle imprese che abbiano assunto nel 2013, personale in possesso di:

  • dottorato di ricerca universitario;
  • laurea magistrale in discipline tecnico-scientifiche impiegato esclusivamente in attività di ricerca e sviluppo;

Tipologie contrattuali
Le aziende che hanno assunto, nel 2013, personale altamente qualificato dovranno aver:

  • stipulato un contratto a tempo indeterminato;
  • trasformato un contratto a tempo determinato in contratto a tempo indeterminato;
  • effettuato un’assunzione a tempo indeterminato mediante contratto di apprendistato (tipologia contrattuale prevista per le sole start up, imprese innovative e incubatori certificati di imprese);

Motivi di revoca
La circolare 828 del 9 Gennaio 2015 del MISE chiarisce le modalità di compilazione della domanda per ottenere il credito d’imposta e i possibili motivi di revoca. Tra questi ultimi:

  • il mancato incremento dell’occupazione complessiva, limitatamente ai lavoratori a tempo indeterminato, dell’impresa beneficiaria nei due, o tre, anni successivi a quello in cui è intervenuta l’assunzione per la quale si fruisce del credito d’imposta;
  • la mancata conservazione, ovvero dal mancato mantenimento del rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato del personale altamente qualificato per il quale si fruisce del credito d’imposta, per almeno due anni, per le PMI, e per almeno 3 anni per le imprese di grande dimensione.

La circolare specifica anche che l’aggiornamento annuale della certificazione contabile deve essere svolto, dal soggetto certificatore, al momento della concessione del credito d’imposta e, per gli esercizi successivi, entro 90 giorni dall’approvazione del bilancio, oppure entro il 31 Marzo dell’anno successivo a quello a cui si riferisce la certificazione, per le imprese che non sono tenute alla presentazione del bilancio.

Le risorse disponibili
Il D.M. del 9 Gennaio 2015, recentemente pubblicato dal Ministero dello Sviluppo Economico ha chiarito, infine, l’entità delle risorse per le assunzioni di personale qualificato, per l’anno 2013. La somma complessiva ammonta a 59.645.626 euro di cui 41.586.094,00 per l’anno 2013. Il decreto stabilisce anche che dall’importo residuo del 2012 è riservata una quota di 2.000.000 di euro per le start-up innovative e gli incubatori d’impresa e una quota di 3.000.000 di euro per le imprese con sede o unità locali nei territori colpiti dal sisma del 20 e 29 Maggio 2012 (Terremoto dell’Emilia).

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.