Banche europee: maxi multa da Bruxelles per cartello su Forex

Tramite due cartelli, cinque banche tra il 2007 e il 2013 hanno manipolato il mercato dei cambi. La multa in arrivo dalla Commissione europea è particolarmente salata.

Banche europee: maxi multa da Bruxelles per cartello su Forex

Maxi multa delle autorità europee per cinque banche, accusate di aver creato un cartello per manipolare i tassi di cambio spot relativi 11 valute.

Gli istituti coinvolti sono Barclays, RBS, Citigroup, JPMorgan e MUFG (già Bank of Tokyo-Mitsubishi).

Banche europee: multa da oltre 1 miliardo di euro

Nel complesso, ai cinque istituti è stata comminata una multa da oltre 1 miliardo di euro.

Nel dettaglio, i funzionari europei hanno accertato la creazione di due distinti cartelli che, tra il 2007 e il 2013, hanno utilizzato le chat room per condividere informazioni sugli ordini dei clienti, i prezzi e le attività di trading.

La svizzera Ubs ha partecipato ma, in ragione del fatto che è stata quella che ha fatto partire le indagini, non è stata multata.

Le valute coinvolte sono l’euro, il dollaro, lo yen, la sterlina, il franco svizzero, i dollari canadesi, australiani e neozelandesi, le corone danesi, svedesi e norvegesi.

Banche europee: multa più pesante per il cartello Three Way Banana Split

Ad un primo cartello, chiamato “Forex - Three Way Banana Split”, è stata comminata una multa complessiva di 811,2 milioni di euro. Di questo primo gruppo fanno parte Barclays (116 mln), RBS (155 mln), Citigroup (310 mln) e JPMorgan (228 mln).

Per il secondo, chiamato “Forex- Essex Express”, partecipato da Ubs (zero), Barclays (94 mln), RBS (93 mln) e MUFG (69 mln), la sanzione complessiva si è attestata a 257,7 milioni.

Banche europee: Vestager, multe sono messaggio chiaro

Lo scambio di informazioni, riporta la nota diffusa dalla Commissione europea, “ha permesso alle banche di mettere in campo decisioni informate sull’opportunità di vendere o acquistare le valute detenute in portafoglio e di quando farlo”.

“Si tratta di una decisione che manda un chiaro messaggio: la Commissione non tollererà comportamenti collusivi in alcun settore dei mercati finanziari”, ha detto Margrethe Vestager, Commissaria Ue alla Concorrenza.

“Il comportamento di queste banche ha minato l’integrità del settore a spese delle economie europee e dei suoi consumatori”.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Commissione Europea

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \