Azioni Yoox, nuovi piani per il futuro ma pesa la Brexit: JPM taglia le stime

Le azioni Yoox soffrono durante la giornata di oggi, con JP Morgan ed Exane che abbassano le stime per il bienno 2016/17: titolo in ribasso ma non mancano le buone notizie.

Le azioni Yoox Net-A-Porter si posizionano tra i peggiori titoli di Piazza Affari della giornata di oggi, andamento giustificato anche da novità che riguardano nello specifico la società di moda.

L’andamento generale su Borsa Italiana rimane in ogni caso negativo, con Saipem e MPS a vestire la maglia nera, mentre Fiat e Unipol registrano le prestazioni migliori nei minuti di apertura di Wall Street.

Il titolo Yoox potrebbe pagare cara la Brexit, sulla quale è tornato di attualità il pensiero del primo ministro britannico May, vista l’espozione della società nei confronti del mercato oltre manica.

Questo ha portato infatti ad un taglio nelle stime per questo e il prossimo anno da parte di JP Morgan ed Exane, sebbene la società del FTSE Mib abbia anche altre novità che potrebbero risanare la situazione delicata del proprio titolo.

Vediamo quindi di analizzare le novità e l’andamento tecnico delle azioni Yoox.

Azioni Yoox: taglio stime ma nuove prospettive mobile

Le azioni Yoox nella sessione di mercato odierna soffrono in particolare le note negative arrivate da due importanti istituti internazionali.

Sono infatti Jp Morgan ed Exane ad aver entrambe tagliato le proprie stime nel confronti della società italiana per quanto riguarda questo e il prossimo anno.

L’intervento vede come principale causa il crollo nel valore della sterlina, che ha seguito e sta ancora seguendo dopo la Brexit. Yoox è infatti molto esposta nei confronti del mercato britannico ed è stata soprattuto Exane a ridimensionare le stime dei ricavi per questo esercizio (-2%) e per il prossimo (-4%).

La reazione dei mercati non poteva che scontare negativamente queste novità, sebbene le prospettive della società stiano prendendo nuove strade proprio in questo periodo.

È infatti stata resa nota questa settimana l’intenzione da parte dell’ad della società Federico Marchetti di trasformare la Yoox in una compagnia esclusivamente mobile.

Gli investimenti in nuove tecnologie non sono una novità per quello che è il più grande venditore online di beni di lusso, ma ora l’azione è quella di potenziare ancora di più la propria presenza nel mercato mobile.

Smartphone e tablet conteranno i tre quarti delle vendite totali da qua al 2020, il doppio rispetto ad oggi.

ll business della vendita di beni di lusso online sta diventando sempre più competitivo e, nonostante il taglio delle stime citato in precedena, Marchetti parla di un incremento costante e ben maggiore dei ricavi da qua ai prossimi quattro anni, proprio grazie a queste prospettive.

Gli investimenti tecnologici hanno già visto un’espansione nel medio oriente e in Cina tramite un app di shopping che si abbina alle Apple TV, e ci sono piani per migliorare il customer service e i tempi di consegna dei propri prodotti.

Grande attenzione quindi al reparto app, ai servizi per il cliente e soprattuto alla comodità e all’efficienza del servizio, il cui valore è giustificato da uno stare al passo con i tempi e con le tecnologie che ha pochi eguali.

In attesa che maturino i frutti di questi nuovi piani nei prossimi mesi, vediamo ora un’analisi dell’andamento delle azioni Yoox.

Azioni Yoox: rimbalzo a quota €26, principale target a €30

Le azioni Yoox tagliano proprio durante la giornata di oggi il livello dei €27 al ribasso, ripercorrendo un movimento simile a quello di fine settembre.

La stretta fascia di prezzo compresa tra i €27 e i €29 vede il prezzo rinchiuso da oltre due mesi, motivo per il quale lo sprint ribassista di oggi può preoccupare:

L’ultima candela ha infatti tagliato il rettangolo celeste e ha rimbalzato a quota €26, in un crollo che sembra momentaneamente essersi ripreso.

I volumi in basso segnalano come il mercato si sia riversato in maniera convinta verso gli ordini di vendita, complice con ogni probabilità il taglio delle stime di Jp Morgan ed Exane.

Ora è il supporto a quota €26,0 il muro da non infrangere per non rischiare un tracollo ancora più profonto, che riporti il titolo verso i minimi estivi abbandonati con grande forza.

Il passo falso di oggi non dovrà quindi avere seguito per tenere vivo il movimento rialzista partito a luglio, con la barriera a €29,0 che è il primo e unico grande ostacolo che ferma le azioni Yoox dallo scorso febbraio.

Solo un suo abbattimento aprirebbe grandi prospettive per la società di lusso italiana, verso e oltre quota €30.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories