macOS Mojave 10.14: conviene aggiornare? Novità principali e Mac compatibili

Mojave 10.14: disponibile la beta del nuovo macOS. Ecco le novità principali per scegliere se aggiornare.

macOS Mojave 10.14: conviene aggiornare? Novità principali e Mac compatibili

Il nuovo aggiornamento macOS è alle porte: Mojave verrà rilasciato in autunno, a un anno di distanza da High Sierra.
Anche se le attenzioni sembrano essere tutte rivolte al nuovo iOS 12, infatti, Apple ha annunciato un aggiornamento sostanzioso anche per quanto riguarda l’OS di iMac e MacBook. Molte delle nuove feature, come la Modalità scura e il miglioramento del Finder, sono orientate al nucleo più fedele e longevo degli utenti Apple, i professionisti nei settori creativi.

Ecco tutte le novità presenti sulla beta pubblica di Mojave così da poter decidere se provarla o meno.

Modalità scura

La prima novità di rilievo è la Modalità scura, utile soprattutto per gli utenti che usano il Mac per lavorare, ma anche per chiunque passi molto tempo davanti allo schermo. Questa funzione offre finalmente un cambiamento nella grafica, che è rimasta identica per molti degli aggiornamenti precedenti.

Attivando questa modalità le cartelle e le app come Mail, Contatti e Calendario si presenteranno a colori invertiti, con le scritte bianche su uno sfondo scuro. Anche i menu e i bordi cambieranno colore, in modo da stancare meno gli occhi, soprattutto al buio.
Anche lo sfondo di default della Scrivania cambierà virando sul grigio, mentre lo sfondo dinamico cambierà in base all’ora del giorno.

Questa modalità ha il difetto di non apportare modifiche agli sfondi che non siano quello di default e non è consistente una volta attivata: per esempio su Safari cambia bordi e menu ma non il contenuto delle pagine, che continuerà ad essere lo stesso, spesso con sfondo bianco.

Trattandosi di una beta non stupisce che le app di terzi non siano ancora compatibili. Apple ha dichiarato che sarà facile per gli sviluppatori terzi adottare il nuovo design in previsione del lancio ufficiale, ma non c’è nessuna garanzia che lo facciano.

Pile

Per quanto meno impressionante a livello visivo, la funzione Pile è invece più utile.

È raggiungibile da Vista sul menu in alto o toccando il touchpad con due dita e permette di raggruppare tutti i file e le cartelle sulla Scrivania in gruppi che verranno ordinati automaticamente sulla destra. Cliccando su una Pila si apriranno al lato tutti i file in essa contenuta e basterà un clic per richiuderla.
L’ordinamento può essere fatto per tipo, ma anche per data o tag, e ha il merito di riordinare la scrivania con il minimo sforzo.
Inoltre è possibile disattivare la funzione e tornare alla precedente visualizzazione senza dover procedere a risistemare tutto manualmente.

Finder e nuova vista Galleria

La nuova vista Galleria è utile per lavorare sulle immagini e i video, soprattutto di grandi dimensioni. Permette di scorrere le anteprime dei file, che sono in ottima definizione e forniscono un certo numero di informazioni, come dimensioni, risoluzione e profilo di colore, per rendere più facile la ricerca del file da aprire.

Sempre dal Finder, inoltre, è possibile effettuare delle azioni rapide. Cliccando sull’angolo in basso a destra le immagini e i PDF potranno essere ruotati o modificati e le clip audio o video tagliate senza doverle aprire su app.

Istantanee schermo

La funzione screenshot è stata modificata per offrire più opzioni: si può per esempio registrare ciò che accade sullo schermo, anche impostando un timer per l’avvio. L’istantanea o il video potranno inoltre essere condivisi direttamente o, trascinandoli, salvati nella cartella desiderata.

Continuity per le foto e FaceTime di gruppo

Su Mojave si può utilizzare l’iPhone come fotocamera surrogata o per trasferire immediatamente una foto su desktop. La funzione può essere attivata da Mail, Note e molte altre app.
Anche qui, come su iOS 12, sarà disponibile FaceTime di gruppo, che permetterà agli utenti di effettuare group call e videocall fino a un massimo di 32 partecipanti.

App da iOS e sicurezza

Sebbene Apple abbia smentito la chiacchierata fusione tra iOS e macOS, su Mojave sono effettivamente state importate delle app, Casa e Memo Vocali tra tutte.
La prima consente di controllare dal Mac il funzionamento degli accessori compatibili con HomeKit, per accendere le luci o controllare il baby monitor. La seconda rende più facile eseguire registrazioni, come per esempio lezioni universitarie o interviste.

Per quanto riguarda la sicurezza e i dati personali degli utenti, invece, Apple fa un ulteriore passo in avanti.
Una nuova funzione di Safari impedisce ai pulsanti dei social media di tracciare gli utenti senza il loro permesso e sarà richiesta l’autorizzazione dell’utente affinché le app accedano a videocamera o microfono.
Il browser segnalerà inoltre le password utilizzate per accedere a più servizi, in modo da proteggere meglio tutti gli account.

Leggi anche Google: 5 motori di ricerca alternativi (che tutelano la privacy)

Mojave 10.14: Conviene aggiornare?

A parte alcune funzioni che potrebbero essere molto utili per svolgere determinate professioni, come per esempio le nuove funzionalità del Finder, per ora l’aggiornamento alla beta non apporta grandi benefici.
Alcune funzioni, come la Modalità scura, sono piuttosto limitate e lo rimarranno fino al lancio in autunno, altre, come l’utilizzo di app, possono essere sostituite momentaneamente con gli altri device Apple in attesa che i bug vengano sistemati.

Mojave 10.14 potrà essere installato su:

  • MacBook (dal 2015 in poi)
  • MacBook Air (dal 2012 in poi)
  • MacBook Pro (dal 2012 in poi)
  • Mac mini (da fine 2012 in poi)
  • iMac (da fine 2012 in poi)
  • iMac Pro (2017)
  • Mac Pro (da fine 2013, ma anche i modelli 2010 e 2012 con GPU adeguate)

Per chi volesse, l’installazione può essere eseguita seguendo la procedura sul sito ufficiale, seguendo le stesse istruzioni e raccomandazioni legate all’installazione della beta iOS 12.

Iscriviti alla newsletter "Tech" per ricevere le news su Mac

Argomenti:

Apple Mac iPhone

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.