Anche l’AfD volta le spalle a Salvini: “Manovra italiana folle a spese della Germania”

Dopo l’Austria, un altro “amico” sovranista critica l’Italia: per la leader AfD Alice Weidel quella italiana è una Manovra folle che penalizzerà la Germania.

Anche l'AfD volta le spalle a Salvini: “Manovra italiana folle a spese della Germania”

Quando si parla dei vari bilanci nazionali, il fronte sovranista europeo sembrerebbe essere molto meno coeso di quanto si immagini. Dopo le “picconate” dell’Austria, adesso è il partito di destra tedesco AfD ad attaccare l’Italia per la sua Manovra appena bocciata dalla Commissione Europea.

La leader di AfD Alice Weidel con un post pubblicato sui social ha definito “una follia a spese della Germania” la Manovra del nostro governo, chiamando in causa direttamente quel Matteo Salvini da sempre considerato “un amico” del partito di destra sempre più in ascesa in patria.

AfD contro la Manovra italiana

Deutschland über Alles. Il partito di destra AfD, ormai considerato la seconda forza politica del paese, non guarda in faccia a nessuno quando pensa che una cosa possa portare degli svantaggi alla Germania.

Ecco quindi che anche il grande amico Matteo Salvini viene duramente attaccato se le sue scelte possono mettere, economicamente parlando, a rischio Berlino. Il fronte sovranista europeo si scopre così non proprio granitico.

Alice Weidel, leader di AfD, con un lungo post su Facebook fatto rimbalzare poi anche su Twitter, ha stroncato senza appello la Manovra presentata a Bruxelles dall’Italia definendola una follia.

L’Italia si affida alla solidarietà europea o sul fatto che la Bce annulli i suoi debiti obbligazionari - ha scritto la Weidel - In questo modo la Germania sarà ancora una volta l’ufficiale pagatore”.

L’affondo poi non risparmia neanche Salvini: “Quando la UE boccia il progetto di Manovra dell’Italia, il ministro dell’Interno strepita: ’Nessuno prenderà nemmeno un euro dalle tasche degli italiani’. Ma evidentemente non nota che senza la flebo della UE l’Italia sarebbe già da tempo insolvente”.

La leader di AfD quindi si domanda come “si può vendere agli europei il concetto che in futuro 400mila o 500mila italiani andranno anticipatamente in pensione, ma anche che ci sarà un reddito minimo e una flat tax? Questi sono atti di beneficenza di uno Stato sociale che altri Paesi membri non osano neanche sognare”.

Parole di fuoco verso il governo gialloverde che non avranno fatto molto piacere specie alla Lega. In questa partita con l’Europa, tra le altre forze sovraniste o “amiche” come l’Austria finora nessuna ha apertamente appoggiato l’Italia.

In una campagna elettorale delle elezioni europee che sia il carroccio che i pentastellati vogliono incentrare contro l’Europa, anche chi dovrebbe cambiarla insieme a loro non sembrerebbe avere delle opinioni molto diverse da chi ora detta legge a Bruxelles.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Germania

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.