Imposte

Le imposte sono prelevamenti coattivi di ricchezza (reddito o patrimonio) che lo Stato effettua sulla base di principi stabiliti a livello costituzionale.

In Italia, per esempio, i principi costituzionali cardine nel prelevamento delle imposte sono:

  • il principio di capacità contributiva (articolo 53 della Costituzione), secondo il quale ogni cittadino è chiamato a contribuire alle spese dello Stato in ragione della propria capacità di produrre reddito. Gli indicatori di capacità contributiva sono tre ovvero il reddito, il patrimonio ed il consumo;
  • il principio di solidarietà (articoli 2 e 53 della Costituzione), secondo il quale le imposte sono comunque dovute da ciascun cittadino, anche al fine di venire incontro alle esigenze dei cittadini meno abbienti.

Le imposte sono destinate a finanziare quelle spese che la dottrina tributaria definisce “indivisibili”, nel senso che vanno a finanziare servizi rivolti alla pluralità dei cittadini.

A proposito di imposte, conosci la differenza esistente con tasse e contributi?
Per approfondire puoi leggere questo interessante approfondimento:
Qual è la differenza tra imposte, tasse e contributi?

Imposte, ultimi articoli su Money.it

Aumentano gli stipendi nel 2020: ecco per chi

Pubblicato il 13 gennaio 2020 alle 11:54

Aumentano gli stipendi a partire da luglio 2020 grazie al taglio del cuneo fiscale. Ma per chi? Solo alcuni lavoratori saranno interessati alla misura, alcuni invece verranno esclusi.

Plastic tax 2020, come funziona e chi paga la nuova tassa in Legge di Bilancio

Pubblicato il 17 dicembre 2019 alle 17:30

Tra le novità della Legge di Bilancio c’è la plastic tax, che entrerà in vigore da luglio 2020. Ma come funziona e chi deve pagare l’imposta sui prodotti in plastica monouso? La tassa ammonta a 45 centesimi al chilogrammo, e dovrà pagarla chi compra, produce o importa i MACSI. Vediamo inoltre quali sono le sanzioni previste per chi non paga l’imposta.

PagoPA: cos’è e come funziona?

Pubblicato il 9 dicembre 2019 alle 16:20

PagoPA: cos’è e come funziona? Dal 1° gennaio 2020 sarà questo il sistema di pagamento obbligatorio per il bollo auto, ma già oggi si usa per tasse, utenze, cartelle dell’Agenzia delle Entrate e non solo.

Controlli Agenzia delle Entrate, boom di incassi per lo Stato. Dal 2020 sarà ancora peggio

Pubblicato il 6 dicembre 2019 alle 15:53

Secondo il Bollettino delle entrate tributarie pubblicato dal MEF, da gennaio a ottobre lo Stato ha incassato quasi 10 milioni di euro grazie ai controlli dell’Agenzia delle Entrate. Dal 2020 entreranno in vigore a pieno regime risparmiometro e (forse) evasometro anonimizzato, con controlli più serrati per i contribuenti.

|