Agenzia delle Entrate-Riscossione

L’Agenzia delle Entrate-Riscossione è l’ente pubblico che dal 1° luglio 2017 sostituisce l’ormai cancellata Equitalia nella funzione di riscossione delle tasse.

È guidata da Ernesto Maria Ruffini, ex amministratore delegato di Equitalia, a capo anche dell’Agenzia delle Entrate.

Agenzia delle Entrate-Riscossione, ultimi articoli su Money.it

Sanzioni scontrino elettronico: cosa rischia chi non si adegua

Pubblicato il 18 novembre 2019 alle 10:57

Sanzioni scontrino elettronico in vigore dal 1° luglio 2019 o dal 1° gennaio 2020, in base al volume d’affari. Qui tutte le sanzioni amministrative per i trasgressori stabilite dall’Agenzia delle Entrate.

Imu, Tasi e bollo auto, tempi bui per chi non paga: debiti subito cartelle dal 2020

Pubblicato il 6 novembre 2019 alle 16:35

Imu, Tasi, bollo auto e non solo: la Legge di Bilancio 2020 cambia le regole sulla riscossione delle somme non pagate. Già il primo avviso del Comune diventerà titolo esecutivo, quindi cartella, per velocizzare il versamento delle somme evase. Le novità si applicheranno anche ai debiti degli anni precedenti.

Pagamento cartelle, PagoPA sostituisce il bollettino RAV: cosa cambia

Pubblicato il 9 ottobre 2019 alle 14:57

Con il comunicato stampa dell’8 ottobre 2019 l’Agenzia delle Entrate-Riscossione notifica la sostituzione dei bollettini RAV con il modulo PagoPA. Vediamo cosa cambia per il pagamento delle cartelle con quest’ultima svolta verso la digitalizzazione del Fisco.

Conti correnti 2019: tutti i modi in cui sono controllati

Pubblicato il 9 settembre 2019 alle 08:32

Controlli sui conti correnti: risparmiometro e superanagrafe sono le due novità del 2019, gli strumenti utilizzati dall’Agenzia delle Entrate controllare i conti correnti degli italiani. A far scattare le verifiche del Fisco uno scostamento del 20% tra entrate e uscite.

Rottamazione ter, “proroga” di 5 giorni per chi paga in ritardo

Pubblicato il 1 agosto 2019 alle 15:40

La scadenza per il pagamento della prima rata della rottamazione-ter era il 31 luglio 2019, ma è possibile usufruire di una proroga di 5 giorni rispetto al termine ordinario. Con il termine di tolleranza non si decade dai benefici della pace fiscale nel caso di versamento entro il 5 agosto.

|