Italia: S&P ribassista sulla crescita

S&P taglia la previsione del PIL italiano per il 2018. Contemporaneamente anche l’Istat fa notare un rallentamento dell’economia

Italia: S&P ribassista sulla crescita

S&P ribassista sulla crescita italiana. L’agenzia di rating ha infatti tagliato le stime del PIL del Belpaese dall’1,5% di marzo all’1,3% attuale. Invariata invece la previsione per il 2019, che resta su quota 1,2%.

S&P, che ha contestualmente anche abbassato al 2,1% la stima di crescita per l’Eurozona, ha evidenziato come fattori in grado di pesare sulla sua valutazione il risultato delle recenti elezioni, che suggerisce una difficoltà nell’implementare riforme strutturali nei prossimi anni; la politica interna rappresenta il rischio principale per l’outlook economico.

A notare un’ulteriore decelerazione della crescita è stato poi anche l’Istat, che nella sua nota di giugno sull’andamento dell’economia ha parlato di “uno scenario di contenimento dei ritmi di espansione”. Secondo l’istituto, tra i fattori che pesano sullo status del Paese ci sono la fase di debolezza dell’attività manifatturiera, accompagnata dal calo degli ordinativi e delle esportazioni.

Bene il mercato del lavoro, con l’occupazione in aumento e la disoccupazione che scende; torna a salire invece l’inflazione, ma su ritmi inferiori a quelli della zona euro.

Per quel che riguarda Piazza Affari, invece, l’FTSE MIB dopo una mattinata in territorio positivo ha fatto registrare un salto in quello negativo a metà seduta, complice l’attesa per la diffusione dei dati NFP e il giudizio di S&P, che ha portato l’indice ai minimi.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su PIL

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.