Fattura elettronica, consultazione per privati e partite IVA: le novità dal 1° luglio 2019

Fattura elettronica, al via il servizio di consultazione per privati e partite IVA. Dal 1° luglio è possibile aderire al servizio dell’Agenzia delle Entrate che consente di visualizzare tutte le fatture emesse e ricevute.

Fattura elettronica, consultazione per privati e partite IVA: le novità dal 1° luglio 2019

Fattura elettronica, al via dal 1° luglio 2019 il servizio di consultazione sul sito dell’Agenzia delle Entrate.

La novità riguarderà sia i privati (consumatori finali) che i titolari di partita IVA e tramite la propria Area Riservata sul sito dell’Agenzia delle Entrate sarà possibile visionare tutte le fatture emesse e ricevute da gennaio.

Per la consultazione delle fatture elettroniche sarà tuttavia fondamentale aderire al nuovo servizio, pena la cancellazione delle fatture memorizzate temporaneamente dall’Agenzia delle Entrate.

Si avrà tempo fino al 31 ottobre 2019, mentre chi dichiarerà la propria adesione al servizio di consultazione delle fatture elettroniche successivamente potrà visionare solo le fatture emesse e ricevute dal giorno successivo.

Fattura elettronica, consultazione per privati e partite IVA: le novità dal 1° luglio 2019

La data del 1° luglio 2019 segna l’avvio di importanti novità in merito alla fatturazione elettronica. Al debutto dalla serata di ieri il nuovo servizio dell’Agenzia delle Entrate per visualizzare online tutte le fatture emesse e ricevute.

La nuova funzionalità, presente su Fatture e Corrispettivi e all’interno della propria area riservata Fisconline\Entratel, è disponibile non solo per i titolari di partita IVA ma anche per i privati consumatori. In ambedue i casi, accedendo all’area dedicata, si potranno consultare le proprie fatture, dopo aver aderito ai termini di servizio.

Per i consumatori finali c’è da dire che l’attesa sarà più lunga e solo da novembre si potranno visionare le fatture emesse nei propri confronti. Bisogna ricordare tra l’altro che i privati senza partita IVA possono sempre richiedere una copia cartacea o in PDF della fattura, a prescindere dall’adesione o meno al nuovo servizio di consultazione delle fatture elettroniche.

Per quanto riguarda invece i titolari di partita IVA, anche l’intermediario delegato potrà sottoscrivere l’accordo di adesione al nuovo servizio, utilizzando la modalità massiva qualora operi per diversi clienti.

Fatture elettroniche, senza adesione al servizio di consultazione saranno cancellate

Bisognerà tenere a mente la scadenza del 31 ottobre 2019: è questo il termine ultimo per aderire al servizio di consultazione delle fatture elettroniche emesse e ricevute dall’inizio dell’anno.

Nel caso di mancata adesione invece saranno automaticamente cancellate entro il 30 dicembre 2019, secondo quanto previsto dalle misure introdotte ai fini della tutela della privacy.

Si potrà aderire alla consultazione anche successivamente ma, in tal caso, saranno visionabili sono le fatture emesse a partire dalla data successiva a quella di sottoscrizione dell’accordo.

Tutti i dettagli nel comunicato stampa pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il 1° luglio 2019 allegato di seguito:

Agenzia delle Entrate - comunicato stampa 1° luglio 2019
Consultazione delle proprie e-fatture emesse e ricevute: è ora possibile aderire al servizio dell’Agenzia

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Fattura elettronica

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.