Concorsi ministero della Salute: posti, requisiti e come fare domanda

Concorsi ministero della Salute per personale non dirigenziale a tempo pieno e indeterminato. Vediamo quali sono i posti, requisiti e come fare domanda per le varie procedure.

Concorsi ministero della Salute: posti, requisiti e come fare domanda

Concorsi ministero della Salute: pubblicati i bandi per otto procedure di selezione per un totale di 57 posti a tempo indeterminato.

Il ministero della Salute ha pubblicato l’avviso in Gazzetta Ufficiale lo scorso 23 giugno rimandando ai diversi bandi disponibili nella sezione concorsi del sito ministeriale.

I profili ricercati sono tutti altamente specializzati e per partecipare ai concorsi del ministero della Salute servono pertanto requisiti specifici tra cui una determinata laurea per il ruolo previsto.

Tutti i posti per gli otto concorsi al ministero della Salute prevedono un contratto a tempo indeterminato e sono tutti a tempo pieno. Vediamo nel dettaglio il numero dei posti per ciascuna procedura, requisiti e come partecipare. C’è tempo fino all’8 luglio 2020.

Concorsi ministero della Salute: posti e requisiti

I concorsi per il ministero della Salute sono otto e ciascuna procedura prevede un numero specifico di posti e relativi requisiti per la partecipare.

In particolare, come si legge anche in Gazzetta Ufficiale, le procedure sono le seguenti:

  • 2 posti per il profilo di funzionario della comunicazione (esperto in materie sanitarie), da inquadrare nella terza area funzionale-fascia retributiva F1;
  • 12 posti per il profilo di funzionario economico-finanziario di amministrazione (esperto in materie sanitarie), da inquadrare nella terza area funzionale - fascia retributiva F1;
  • 10 posti per il profilo di funzionario giuridico di amministrazione (esperto in materie sanitarie), da inquadrare nella terza area funzionale - fascia retributiva F1;
  • 6 posti per il profilo di funzionario informatico (esperto in materie sanitarie), da inquadrare nella terza area funzionale-fascia retributiva F1;
  • 11 posti per il profilo di ingegnere biomedico, da inquadrare nella terza area funzionale - fascia retributiva F1;
  • 5 posti per profilo di funzionario dei servizi tecnici (esperto in materie sanitarie), da inquadrare nella terza area funzionale - fascia retributiva F1;
  • 2 posti per il profilo di funzionario per i rapporti internazionali (esperto in materie sanitarie), da inquadrare nella terza area funzionale - fascia retributiva F1;
  • 9 posti per il profilo di funzionario statistico (esperto in materie sanitarie), da inquadrare nella terza area funzionale - fascia retributiva F1.

Tutti i posti dei vari concorsi al ministero della Salute sono a tempo pieno e indeterminato e non dirigenziali. I requisiti, oltre ai titoli di studio specifici consultabili alla pagina dei concorsi del ministero della Salute attraverso i relativi bandi, sono:

  • cittadinanza italiana;
  • età non inferiore ai 18 anni;
  • godimento dei diritti civili e politici;
  • non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
  • non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici e di non avere procedimenti penali pendenti che impediscano la costituzione di rapporti di pubblico impiego;
  • idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni cui il concorso si riferisce.

Concorsi ministero della Salute: come fare domanda

I bandi che abbiamo sopra citato spiegano come fare domanda per i concorsi al ministero della Salute nel dettaglio.

Per partecipare ai vari concorsi, come si legge in Gazzetta, che a domanda deve essere presentata, a pena di esclusione, entro le ore 12:00 dell’8 luglio.

La domanda va inviata utilizzando esclusivamente l’applicazione disponibile sul sito Internet del ministero della Salute e seguendo le indicazioni ivi specificate.

Per l’accesso alla procedura informatica è richiesto ai candidati il possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) personale attivo.

La correttezza della PEC è fondamentale perché il ministero della Salute invierà comunicazioni relative al singolo concorso per il quale ci si candida. Il candidato dovrà stampare una copia della domanda di partecipazione e presentarla il giorno della prova scritta o della eventuale prova preselettiva, all’atto dell’identificazione.

Non solo prima di presentare la domanda il candidato per partecipare a uno dei concorsi del Ministero della Salute deve pagare il diritto di segreteria pari a 10 euro quale contributo per la copertura delle spese della procedura.

Il pagamento deve essere effettuato su IBAN con causale specifica del concorso che si trova nel relativo bando. La ricevuta deve essere allegata alla domanda per i concorsi al ministero della Salute.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories