Borsa Milano Oggi, 06 agosto 2020: Ftse Mib in rosso, la trimestrale penalizza UniCredit

La Borsa di Milano oggi, 06 agosto 2020, ha chiuso con il segno meno. A Piazza Affari riflettori puntati su UniCredit dopo la trimestrale. Spread sotto 150 pb.

Borsa Milano Oggi, 06 agosto 2020: Ftse Mib in rosso, la trimestrale penalizza UniCredit

La Borsa di Milano oggi ha chiuso la seduta sotto la parità in attesa di novità sul nuovo pacchetto di stimoli che dovrebbe essere approvato dall’amministrazione Trump.

Prima dell’avvio, indicazioni decisamente migliori delle stime sono arrivate dall’indice che misura l’andamento degli ordini all’industria tedesca, saliti nel mese di giugno del 27,9%, oltre il doppio rispetto al +10,1% stimato dagli analisti (+10,4% per il dato precedente, -11,3% nel confronto annuo).

In corrispondenza della chiusura degli scambi nel Vecchio continente, l’eurodollaro quota in calo dello 0,14% a 1,18458 mentre il future sul Brent passa di mano a 45,4 dollari, +0,6% rispetto al dato precedente.

Borsa Milano Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib chiude in rosso, lettera su UniCredit e Pirelli

In chiusura di contrattazioni, il Ftse Mib si è fermato a 19.475,15 punti, -1,34% rispetto a ieri, mentre lo spread è sceso a 147 punti base (-0,85%).

Giornata di vendite per il terzetto formato da UniCredit (-3,87%), Pirelli (-4,76%) e Tenaris (-4,95%).

L’istituto di Piazza Gae Aulenti ha presentato i conti trimestrali e confermato gli obiettivi per l’utile 2021, la società degli pneumatici ha rivisto le stime 2020 a causa del “forte” impatto della pandemia e Tenaris nel semestre ha registrato ricavi per 3 miliardi di dollari, -21% rispetto al pari periodo 2019.

Piazza Affari, aggiornamento ore 13: forti vendite su UniCredit dopo la trimestrale

A metà seduta il Ftse Mib quota 19.496,05 punti, -1,24%, mentre lo spread è stabile a 147 punti base.

Segno meno anche per Cac40 (-1,06%) e Dax (-0,78%), sostenuto nei primi scambi dalle indicazioni macro.

Sul paniere principale di Piazza Affari giornata all’insegna delle vendite per UniCredit (-4,12%), che ha presentato i conti trimestrali e confermato gli obiettivi per l’utile 2021, e per Pirelli (-4,17%), che ha rivisto le stime 2020.

Future Wall Street: prevista apertura debole

A due ore e mezza dell’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones e quello sullo S&P500 registrano un -0,28% mentre il future sul Nasdaq perde lo 0,3%.

Piazza Affari, aggiornamento ore 9:25: focus su UniCredit dopo i conti trimestrali

A Milano l’indice delle blue chip, il Ftse Mib, nei primi scambi della seduta odierna, 06 agosto 2020, passa di mano a 19.743,54 punti, +0,02% rispetto al dato precedente.

Segno meno per Ftse100 (-0,87%) e Cac40 (-0,12%) mentre il Dax, spinto dalle indicazioni macro, avanza dello 0,49%.

Sul mercato obbligazionario, lo spread Italia-Germania non fa registrare variazioni degne di nota a 148 punti base (+0,4%).

Sul paniere principale di Piazza Affari riflettori puntati su UniCredit (+0,21%) dopo la presentazione dei conti trimestrali e la conferma degli obiettivi per l’utile 2021.

Tra aprile e giugno, l’utile netto dell’istituto di Piazza Gae Aulenti si è attestato a 420 milioni di euro, -77% rispetto a 12 mesi prima ma maggiore rispetto ai circa 350 milioni stimati dagli analisti. A livello di ratio patrimoniali, il Cet 1 “fully loaded” si è attestato al 13,85% (13,44% al termine del primo trimestre).

Avvio in positivo anche per Mediobanca (+0,82%) dopo i rumor sull’ultima bozza del Decreto agosto, che avrebbe esteso gli obblighi di notifica in tema di Golden Power: nel caso venisse confermato, Leonardo Del Vecchio dovrebbe ottenere il via libera del governo per poter incrementare la sua quota in Piazzetta Cuccia.

Tonfo per Pirelli (-4,14%), che ha rivisto le stime 2020 a causa del “forte” impatto della pandemia.

Borse asiatiche in rosso

Seduta in rosso per l’indice Hang Seng (-0,58%), per il TSE China A50 (-0,27%) e per il Nikkei (-0,43%.

In controtendenza l’indice australiano S&P/ASX 200 (+0,68%).

Wall Street: Nasdaq sopra quota 11 mila

Ieri il Dow Jones ha segnato un +1,39%, lo S&P500 ha chiuso con un +0,64% e il Nasdaq è salito dello 0,52% aggiornando il massimo storico a 11.002,11 punti.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories