Borsa Italiana Oggi, 18 febbraio 2021: Ftse Mib negativo, rumor spingono Stellantis

Luca Fiore

18/02/2021

18/02/2021 - 18:03

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La Borsa Italiana Oggi, 18 febbraio 2021, ha chiuso in negativo: sul Ftse Mib spicca l’andamento delle azioni Stellantis in scia dei rumor in arrivo dalla Germania. Spread sale a 99 punti base.

Borsa Italiana Oggi, 18 febbraio 2021: Ftse Mib negativo, rumor spingono Stellantis

La Borsa Italiana oggi ha chiuso in rosso: sul Ftse Mib una delle poche performance positive è stata registrata dalle azioni Stellantis che, come del resto il comparto di riferimento in Europa, ha capitalizzato le indiscrezioni in arrivo dalla Germania.

Alla luce delle ultime indicazioni relative l’andamento dei prezzi al consumo, che potrebbero portare ad una prematuro ritiro delle misure di stimolo, l’umore dei mercati è improntato alla prudenza.

Per quanto riguarda le questioni interne, ieri sera il governo Draghi ha ottenuto un ampia fiducia da parte del Senato ed oggi sarà la volta della Camera.

In corrispondenza della chiusura delle borse in Europa, sia il future con consegna aprile sul Brent che l’eurodollaro guadagnano lo 0,3% portandosi rispettivamente a 64,5 dollari al barile ed a 1,20792.

Borsa Italiana Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib in rosso, Stellantis in evidenza

In chiusura il Ftse Mib si è fermato a 22.921,83 punti (-1,11%) mentre lo spread Btp-Bund sale di oltre 3 punti percentuali a 99 punti base.

Come del resto nel caso del Brent, anche i titoli del comparto petrolifero hanno registrato un andamento altalenante: Saipem ha chiuso con un +0,08%, Tenaris con un -2,33% ed Eni nel giorno del Cda sul bilancio segna un -0,72%.

Campari ha chiuso con un +0,12% dopo aver alzato il velo sul bilancio 2020, l’utile 2020 è sceso del 39%, mentre Stellantis ha terminato con un +0,56% sostenuta dai rumor sulla quotazione di Porsche da parte della controllante Volkswagen.

Meno 1,24% per Enel (-0,13%) dopo che l’agenzia Fitch ha confermato il rating a lungo termine del colosso elettrico ad “A-” con prospettive “stabili”.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib in rosso di mezzo punto percentuale

A metà seduta il Ftse Mib arretra di mezzo punto percentuale, il Dax quota piatto ed il Cac40 lascia sul campo lo 0,32%.

Top performer si confermano i titoli del comparto petrolifero: Saipem sale dell’1,9%, Tenaris dello 0,35% ed Eni nel giorno del Cda sul bilancio arretra dello 0,34%.

Giornata di conti anche per Campari (-3,5%) e Moncler (-0,95%).

Debole Enel (-0,13%) dopo che l’agenzia Fitch ha confermato il rating a lungo termine del colosso elettrico ad “A-” con prospettive “stabili”.

Future Wall Street: prevista apertura in rosso

A due ore e mezza dall’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones registra un -0,24%, quello sullo S&P500 perde dello 0,41% e il future sul Nasdaq arretra dello 0,78%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib poco mosso in avvio

A Piazza Affari il paniere delle blue chip, il Ftse Mib, nei primi scambi quota 23.188,5 punti (+0,04%) mentre lo spread Btp-Bund si conferma a 95 punti base.

Il Tesoro ha precisato che nell’asta via sindacato di martedì in cui sono stati collocati il nuovo benchmark Btp a 10 anni e di un nuovo benchmark Btp€i a 30 anni hanno rispettivamente partecipato al collocamento 280 e 150 investitori. La domanda complessiva ha superato gli 83 miliardi di euro, di cui oltre 66,5 miliardi per il decennale e circa 16,5 miliardi per il titolo indicizzato.

Avvio all’insegna della prudenza anche per il Dax (-0,03%), per il Ftse100 (-0,24%) e per il Cac40 (-0,12%).

La performance migliori sul Ftse Mib sono registrate dai titoli del comparto petrolifero: Saipem sale del 2,81%, Tenaris del 2,01% ed Eni nel giorno del Cda sul bilancio segna un +0,74%.

Giornata di conti anche per Campari (-1,35%) e Moncler (+0,12%). Andamento positivo anche per l’accoppiata formata da Banco BPM e BPER, in aumento rispettivamente dello 0,75 e dello 0,8 per cento.

Sotto la parità invece Enel (-0,18%) dopo che l’agenzia Fitch ha confermato il rating a lungo termine del colosso elettrico ad “A-” con prospettive “stabili”.

Borse Asia: Tokyo prudente

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, arretra dell’1,84%, dopo le festività per il capodanno il China A50 ha terminato con un -0,86% ed il Nikkei ha chiuso con un -0,19%.

Poco mosso anche l’indice australiano S&P/ASX 200 (+0,01%).

Wall Street: la seduta si chiude in parità

Ieri il Dow Jones ha terminato con un +0,29%, lo S&P500 ha segnato un -0,03% ed il Nasdaq è arretrato dello 0,58%.

Argomenti

# ENI

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories