Borsa Italiana Oggi, 10 marzo 2021: inflazione USA sotto controllo, Ftse Mib chiude positivo

Luca Fiore

10/03/2021

10/03/2021 - 17:59

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Grazie alle indicazioni arrivate dall’inflazione USA, la Borsa Italiana Oggi ha chiuso sopra la parità una seduta particolarmente volatile. Sul Ftse Mib due velocità per Leonardo e Moncler dopo le ultime notizie. Spread a 99 pb nel giorno dell’asta di Bot.

Borsa Italiana Oggi, 10 marzo 2021: inflazione USA sotto controllo, Ftse Mib chiude positivo

La Borsa Italiana oggi ha chiuso sopra la parità: sul Ftse Mib spicca l’andamento a due velocità di Leonardo e Moncler dopo le ultime notizie.

I mercati finanziari continuano ad essere divisi tra l’ottimismo sulla ripresa, ed in quest’ottica va inserito il voto della Camera dei Rappresentanti sul nuovo pacchetto di stimolo USA, e le tensioni legate alla pandemia, dopo che Johnson&Johnson ha comunicato che la consegna di 55 milioni di dosi di vaccini all’Unione europea potrebbe incontrare problemi.

Nel corso della seconda parte indicazioni positive per le piazze finanziarie sono arrivate dall’aggiornamento relativo l’inflazione USA (qui la notizia) che, non destando preoccupazioni nel breve termine, allenta parte della pressione rialzista sui decennali USA (nel giorno di un’asta particolarmente importante).

Sul mercato delle commodity il future con consegna maggio sul Brent quota in rosso dello 0,4% a 67,25 dollari al barile mentre l’eurodollaro arretra dello 0,07% a 1,18927.

Borsa Italiana Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib chiude positivo

La seduta del Ftse Mib si è chiusa a 23.925,96 punti (+0,46%) mentre lo spread Btp-Bund non ha fatto registrare variazioni di rilievo a 99 punti base.

Questa mattina il Ministero dell’economia ha collocato Bot ad un anno per 6 miliardi di euro registrando un rendimento del -0,421% ed una domanda di 8,53 miliardi (bid-to-cover a 1,42).

Dopo l’incertezza dei primi scambi, ed in scia delle indicazioni emerse dall’incontro con la stampa il day-after i conti, le azioni Leonardo hanno chiuso con un +5,56%.

Giornata di guadagni anche per Salvatore Ferragamo (+5,,76%), spinta dalla ripresa registrata sui mercati asiatici.

Lettera invece su Moncler (-1,41%) dopo che Ruffini Partecipazioni ha completato il collocamento di 8,2 milioni di azioni, pari a circa il 3,2% del capitale, a 48,8 euro per azione. Il prezzo del collocamento incorpora uno sconto del 3% rispetto alla chiusura di ieri.

Meno 8 per cento tondo per le azioni Juventus all’indomani dell’eliminazione dalla Champions League.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib di poco sotto la parità, focus sui Bot

Poco prima delle 13 il Ftse Mib perde lo 0,19%, il Dax avanza di un quarto di punto percentuale ed il Ftse100 scende dello 0,3 per cento.

Sul fronte dei titoli di Stato, lo spread Btp-Bund arretra di oltre 4 punti percentuali a 95 punti base.

Questa mattina il Ministero dell’economia ha collocato Bot ad un anno per 6 miliardi di euro registrando un rendimento del -0,421% ed una domanda di 8,53 miliardi (bid-to-cover a 1,42).

Dopo l’incertezza dei primi scambi, ed in scia delle indicazioni emerse dall’incontro con la stampa, le azioni Leonardo fanno registrare un +5,78% all’indomani della diffusione dei conti.

I numeri 2020, e soprattutto l’outlook, stanno spingendo anche Salvatore Ferragamo (+4,05%) mentre Moncler perde l’1,51%.

Ruffini Partecipazioni ha completato il collocamento di 8,2 milioni di azioni, pari a circa il 3,2% del capitale, a 48,8 euro per azione. Il prezzo del collocamento incorpora uno sconto del 3% rispetto alla chiusura di ieri.

Future Wall Street: prevista apertura poco mossa

Al momento il derivato sul Dow Jones registra un +0,14%, quello sullo S&P500 arretra dello 0,14% e il future sul Nasdaq perde lo 0,43%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib piatto

In avvio di seduta il Ftse Mib scambia a 23.844,50 punti (+0,12%), il Cac40 quota in rialzo dello 0,21%, il Dax registra un +0,08% ed il Ftse100 scende dello 0,4 per cento.

Sul fronte dei titoli di Stato, lo spread Btp-Bund non fa registrare variazioni di rilievo a 99 punti base.

In attesa dell’importante appuntamento con l’asta di T-notes a 10 anni (risultati per le 19 italiane), questa mattina il Ministero dell’economia collocherà Bot ad un anno per 6 miliardi di euro. Nell’ultimo appuntamento il rendimento si era attestato al -0,454%.

Segno meno per Leonardo in avvio (-1,5%). Il titolo, che ieri ha registrato una delle performance migliori sul paniere delle blue chip, oggi si trova a fronteggiare i risultati 2020 e le stime 2021.

Nell’esercizio che si è da poco concluso, il gruppo ha registrato ricavi per 13,4 miliardi (da 13,78 miliardi) ed un risultato netto di 243 milioni, -70,4% nel confronto annuo.

I conti stanno invece spingendo Salvatore Ferragamo (+7,28%) che nel 2020 ha registrato un’ultima riga di conto economico negativa per 72 milioni di euro.

“Le prime nove settimane dell’anno 2021 mostrano un andamento positivo del canale retail e una decisa crescita delle vendite in Cina, Korea e del +85,6% nel canale digitale”, si legge nella nota diffusa dalla società.

Lettera anche su Moncler (-1,99%) dopo che Ruffini Partecipazioni ha completato il collocamento di 8,2 milioni di azioni, pari a circa il 3,2% del capitale, a 48,8 euro per azione. Il prezzo del collocamento incorpora uno sconto del 3% rispetto alla chiusura di ieri.

Inizio di seduta difficile per le azioni Juventus (-6,15%) all’indomani dell’eliminazione dalla Champions League.

Borse Asia: Nikkei chiude piatto

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, segna un +0,24%, il China A50 ha terminato con un +1,08% ed il Nikkei ha chiuso con un +0,03%.

Meno 0,85% per l’indice australiano S&P/ASX 200.

Wall Street: balzo del Nasdaq

La seduta di ieri del Dow Jones si è chiusa con un +0,1%, lo S&P500 ha chiuso con un +1,42% ed il Nasdaq ha segnato un +3,69%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories