Analisi tecnica Dollar Index: a poche ore dai verbali FED indice su supporti chiave

A poche ore dai verbali della FED e alla vigilia dell’importante dato dei Non Farm Payrolls, le quotazioni del Dollar Index sono giunti su livelli di supporto molto importanti. Come operare ora secondo l’analisi tecnica?

Analisi tecnica Dollar Index: a poche ore dai verbali FED indice su supporti chiave

In una giornata che vede gli investitori internazionali concentrati sulla diffusione dei verbali FED, le quotazioni del Dollar Index sono sotto pressione. A penalizzare i corsi dell’indice anche i dati macroeconomici statunitensi che hanno deluso le attese degli analisti.

Da un punto di vista prettamente tecnico, le quotazioni del Dollar Index si sono portati nel corso della seduta odierna in prossimità dell’importante soglia supportiva di breve rappresentata dai minimi dello scorso 26 giugno a 94,171 punti.

La violazione del livello appena menzionato porterebbe al completamento di una figura di inversione rispetto al trend rialzista che ha caratterizzato l’evoluzione dei prezzi dai minimi dello scorso 17 aprile. La figura indicata è il doppio massimo avente come top di riferimento quelli del 21 e 28 giugno.

A livello generale sono tuttavia molteplici i segnali di allerta rispetto alla prosecuzione del trend rialzista del secondo trimestre 2018. L’analisi di lungo periodo segnala come le resistenze statiche di area 95,20-95,50, soglia che ha ostacolato le velleità rialziste dell’indice dal 20 luglio 2017 in poi, abbiano avuto la meglio anche nelle ultime settimane.

Inoltre i ripetuti test dell’area resistenziale appena menzionata hanno fatto sì che le quotazioni del Dollar Index violassero al ribasso nel corso della seduta del 3 luglio i supporti dinamici di breve forniti sul daily chart dalla linea di tendenza tracciata con i minimi del 14 e 26 giugno.

Se dunque ritorni sotto i supporti di area 94,171 darebbero il via a nuove flessioni dell’indice, l’attenzione va rivolta anche al transito in area 93,87 punti della linea di tendenza rialzista di medio termine ottenuta con i minimi del 14 maggio e 14 giugno. Un segnale di vendita forte verrebbe generato con la simultanea violazione dei supporti statici e di quelli dinamici.

Strategia operativa sul Dollar Index in base all’analisi tecnica

Partendo da quanto emerso dall’analisi sopra, e tenendo conto tuttavia che sia i verbali della FED di questa sera che la diffusione dei Non Farm Payrolls di domani potrebbero cambiare lo scenario di fondo, la preferenza va verso strategie di stampo ribassista.

In quest’ottica si possono valutare strategie basate sulla vendita dell’indice in caso di ritorni nel breve in prossimità dei 94,56 punti. Con stop posto a 95,75 punti, i target dell’operazione sarebbero individuabili dapprima a 93,29 punti e successivamente a 92,35 punti.

Iscriviti alla newsletter

Argomenti:

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.