Wall Street: i titoli caldi di lunedì 1° ottobre

Apertura positiva per i futures di Wall Street a seguito del nuovo accordo tra Stati Uniti, Canada e Messico. Come di consueto l’Ufficio studi di Money.it propone una selezione di titoli USA fra i più interessanti per l’operatività intraday e multiday

Wall Street: i titoli caldi di lunedì 1° ottobre

I tre principali futures sugli indici americani viaggiano in territorio positivo, favoriti dal recente accordo tra USA, Canada e Messico chiamato Usmca che va a sostituire il vecchio accordo NAFTA.

Oltre a questo accordo, la giornata odierna potrà essere molto movimentata per via del rilascio di alcuni dati sulla manifattura (PMI e ISM manifatturiero) rilasciati da Markit e dall’Institute for Supply Management.

Particolarmente vivo il future sull’indice S&P 500 che ha registrato un’apertura in gap up violando il massimo della candela madre del pattern inside bar che si è completato con l’ultima seduta della scorsa settimana scorsa. La candela settimanale della scorsa ottava già indicava la voglia di risalita delle quotazioni, graficamente espressa con la coda inferiore che ha rifiutato i livelli più bassi.

Dal punto di vista operativo un ritracciamento in area 2.925,50 a chiudere il gap lasciato aperto oggi potrebbe fornire su grafici intraday buone opportunità di acquisto in linea con la tendenza rialzista dell’indice. A tal proposito il massimo segnato nella giornata di 2.944,00 del 21 settembre potrebbe essere un livello al quale porre un primo obiettivo di profitto.


Contratto mini-future S&P 500, grafico giornaliero. Fonte: Bloomberg

Di seguito la lista dei titoli da monitorare nel corso della giornata selezionati dall’Ufficio studi di Money.it:

  • American Electric Power Company, Inc – dopo il recente allungo favorito dal pattern Piercing Line a quota 69 dollari, il titolo si è fermato con la seduta di venerdì a ridosso di un importante livello statico a 71 dollari. Una chiusura al di sopra di essa potrebbe portare le quotazioni al prossimo livello resistenziale a quota 73,74 dollari massimi segnati nella prima decade di settembre.
  • American Express Company - attenzione al grafico settimanale, con la scorsa settimana si è completato un pattern Evening star, notoriamente dalle implicazioni ribassiste. Una chiusura al di sotto di 106,28 dollari potrebbe innescare un ulteriore pressione ribassista e portare i corsi presso area 103 dollari, concludendo il pullback verso la parte superiore del triangolo ascendente che si è formato da inizio anno.
  • Caterpillar – le ultime sei sedute hanno portato ad un ritracciamento vigoroso dell’ultimo impulso rialzista partito dal minimo segnato il giorno di Ferragosto, chiudendo inoltre il gap lasciato aperto tra la giornata del 19 e del 20 settembre. Osservando le ultime due candele tuttavia, si nota che la forza dei venditori sta diminuendo (giovedì si è formata una candela doji e venerdì una Pin Bar rialzista). Una chiusura sopra al massimo della candela di venerdì a 152,91 dollari potrebbe quindi riportare le quotazioni dapprima verso il recente massimo a 157,72 dollari e, successivamente, a 161 dollari massimo segnato nel mese di maggio scorso.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Wall Street

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.