Tensioni India-Cina: soldati uccisi al confine

Mario D’Angelo

16 Giugno 2020 - 23:07

16 Giugno 2020 - 23:17

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Venti soldati indiani e quarantatré cinesi sarebbero morti a seguito di uno scontro fra le due potenze asiatiche. Ecc cosa sta succedendo

Tensioni India-Cina: soldati uccisi al confine

Almeno 20 soldati indiani sono rimasti uccisi al confine in seguito a uno scambio di colpi con truppe cinesi nei pressi di un confine conteso. La notizia è stata data martedì da fonti del governo indiano.

Qualche ora fa, l’esercito indiano aveva detto che un suo ufficiale e due soldati erano rimasti uccisi nel corso di “violento scontro” con la Cina. Più tardi è stato diffuso un comunicato in cui si annunciava che altri 17 soldati in condizioni critiche erano morti a causa delle ferite.

Secondo fonti di stampa, le vittime sul fronte cinese sarebbero invece 43. Si tratta del più sanguinoso conflitto a fuoco fra Cina e India degli ultimi cinquant’anni e le prime vittime da 45 anni a questa parte.

Cos’è successo fra India e Cina

Nella notte di lunedì, per ragioni ancora non chiare, la tregua fra le due nazioni è caduta, e si è verificato un violento conflitto a fuoco. La disputa riguarda l’Aksai Chin, valle percorsa dal fiume Galwan, amministrata dalla Cina ma rivendicata dall’India come parte del Ladakh (parte dello strategico territorio del Kashmir).

La contesa va avanti sin dal 1947.

Così ha scritto l’esercito indiano in un comunicato: “Durante il processo di de-escalation nella valle del Galwan, ieri notte si è verificato un violento scontro con delle vittime. La conta delle vittime sul lato indiano include un ufficiale e due soldati. Ufficiali senior dell’esercito dei due fronti si sono incontrati per disinnescare la situazione”.

Tensioni India-Cina, è guerra?

La Cina non ha confermato alcuna vittima, ma ha accusato l’India di aver attraversato il confine due volte in 24 ore “provocando e attaccando il personale cinese”. Secondo media locali, riportati da BBC, soldati indiani sono stati “pestati a morte”.

Il confine fra India e Cina, nella zona, è in realtà mutevole, per via della presenza di fiumi, laghi e cime innevate.

Argomenti

# India
# Guerra

Iscriviti alla newsletter

Money Stories