Sondaggi politici: male Lega e M5S, Meloni straccia Conte

Carmine Orlando

27 Novembre 2020 - 00:47

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Sondaggi elettorali e politici: le intenzioni di voto, la fiducia nei leader e l’operato del governo nella seconda fase di emergenza coronavirus.

Sondaggi politici: male Lega e M5S, Meloni straccia Conte

I sondaggi politici elettorali EMG Acqua del 24 novembre 2020, con riferimento alle intenzioni di voto, indicano nell’arco di tre settimane, un netto calo di consensi per la Lega e per il Movimento 5 Stelle. Regge il Partito Democratico, mentre sale bene Fratelli d’Italia.

Lo stesso istituto ha sondato anche l’indice di gradimento dei leader. Rispetto a ventuno giorni fa, Giorgia Meloni ha compiuto un grande balzo in avanti, superando e staccando il Premier Conte. Sui dati riguardanti l’operato del Governo in questa seconda fase di emergenza del coronavirus, che noi abbiamo confrontato con quelli di tre settimane fa espressi sempre da EMG, i giudizi positivi sono in calo, ma tra di essi, sono cresciuti quelli che lo sono molto.

Sondaggi elettorali: le intenzioni di voto

La Lega perde in tre settimane lo 0,4% e si attesta al 24,4%, restando ancora ampiamente la prima forza politica italiana. Il PD guadagna terreno sul Carroccio, seppure in rialzo di un solo decimale, portandosi al 20,3%. Fratelli d’Italia consolida la posizione di terzo partito con il 16,4%, in crescita di quattro decimali. Si allontana dal podio il M5S, perde lo 0,3% e precipita al 14,3%.

In netta ripresa Forza Italia, che guadagna quattro decimali e sale al 7,1%. Cede lo 0,1% Italia Viva che si attesta al 4,3%. Azione cresce dello 0,1% e passa al 3,8%. Liberi e Uguali perde tre decimali e si attesta al 2,5%. +Europa e Europa Verde sono indicati all’1,8%, entrambe le forze politiche registrano un rialzo di un decimale. Cambiamo è stabile all’1,2%. Altri partiti 2,1 (-0,1%).

La fiducia nei leader: super Meloni, Conte in calo

Gli ultimi sondaggi politici EMG sulla fiducia nei leader, vedono in testa alla classifica la leader di FdI Giorgia Meloni con il 41%, in rialzo del 3% in tre settimane. Giuseppe Conte retrocede al secondo posto perdendo un punto e attestandosi al 38%. Stabile Matteo Salvini al 34%, raggiunto dal governatore del Veneto Luca Zaia che ha guadagnato ben quattro punti.

Il presidente dell’Emilia Romagna Stefano Bonaccini guadagna addirittura il 5%, salendo al 30%. Ampiamente scavalcato il segretario dem Nicola Zingaretti, nonostante l’1% guadagnato che lo porta al 27%. La crescita più alta nei consensi la registra Silvio Berlusconi che passa dal 20% al 26%.

Sale di tre punti Giovanni Toti al 24%, mentre Carlo Calenda in crescita di due punti, si ferma al 23%. Bloccati Luigi Di Maio al 20% e Matteo Renzi al 15%, guadagna un punto e sale al 10% Vito Crimi del M5S.

Gradimento dell’operato del Governo sulla gestione della seconda ondata Covid-19

I giudizi positivi scendono di un punto e si attestano al 36%. Tuttavia, la percentuale di coloro che esprimono un giudizio molto positivo, sale dal 5% al 9% (abbastanza dal 32% al 27%).

I giudizi negativi salgono di un punto fino al 51%. Crescono anche i giudizi molto negativi, che passano dal 22% al 27% (poco dal 28% al 24%).

Iscriviti alla newsletter

Money Stories