Sondaggi Elezioni Politiche: vince il centrodestra, ma festeggia solo Giorgia Meloni

Continua il travaso di voti da Salvini a Meloni. La Lega è in crisi, ecco cosa ne pensano gli italiani. Nell’area di governo, si salva solo il Movimento 5 Stelle, cresce bene Forza Italia, disastro di Renzi.

Sondaggi Elezioni Politiche: vince il centrodestra, ma festeggia solo Giorgia Meloni

La direttrice dell’istituto Euromedia Research, Alessandra Ghisleri, ha raccolto le intenzioni di voto degli italiani e non solo, con il sondaggio elettorale illustrato su La Stampa. In evidenza, il crollo della Lega di Matteo Salvini e la grande ascesa di Fratelli d’Italia con Giorgia Meloni. Se si andasse a votare oggi per elezioni politiche, vincerebbe il centrodestra con il 47,4% dei consensi, spinto anche dalla crescita di Forza Italia. Tra i partiti di governo, sale solo il Movimento 5 Stelle, batosta per Renzi, male anche il PD.

Sondaggi elettorali: brutto calo di Salvini, vola Meloni

Rispetto alla rilevazione del 21 luglio, il sondaggio politico Euromedia mette in evidenza il forte calo del partito di Matteo Salvini. La Lega, in due settimane perde l’1,6% e precipita al 24,9%, pur rimanendo la prima forza politica italiana. I consensi persi dall’ex ministro dell’Interno (governo Lega-M5S), vengono recuperati dall’alleata Giorgia Meloni. Infatti, Fratelli d’Italia guadagna l’1,4% e sale al 14,9%, avvicinandosi al podio. Forza Italia passa dal 6,0% al 6,8%, Cambiamo! è stabile allo 0,8%.

Il sondaggio Euromedia si è occupato di chiedere agli italiani quale sia il motivo del trend di lungo termine discendente della Lega. Appena il 2,2% individua la causa nel partito, mentre il 20,4% sostiene che la colpa sia del leader Salvini. Il 36,3% crede che la crisi sia imputabile ad entrambi. Il 25,6% pensa che le colpe siano di nessuno, il 15,5% preferisce non rispondere.

A proposito della crisi della Lega, il 61,5% degli intervistati sostiene che sia irreversibile, quindi proseguirà. Per il 26,2% è destinata ad esaurirsi, mentre il 12,3% non si esprime.

Nell’area di governo, sale solo il M5S

La coalizione di governo raggiunge il 41,5%, in calo di sei decimali rispetto al 21 luglio, in pratica, quelli che guadagna il centrodestra che passa dal 46,8% al 47,4%. Il Movimento 5 Stelle è l’unico partito a guadagnare consensi, due decimali che lo portano al 16,0% ma con FdI che incalza e dista solo 1,1 punti percentuale.

Il Partito Democratico cede tre decimali e scende al 20,5%, va ancora peggio a Italia Viva di Matteo Renzi che passa dal 3,4% al 2,9%, mezzo punto che pesa tanto. Liberi e Uguali (Sinistra Italiana+MDP Art.1) è stabile al 2,1%.

Gli altri dati

Azione di Carlo Calenda cresce di due decimali e si porta al 3,8%, decisamente una vittoria morale contro Renzi, lontano quasi un punto. Stabile all’1,6% +Europa. Verdi all’1,3%, in crescita dello 0,1%. Altre liste 4,4%. Cresce di tre decimali il partito del non voto (indecisi - astensione) che sale al 39,5%.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories