Smart working, Deutsche Bank propone una tassa del 5% sul lavoro da casa

Una tassa sullo smart working per pagare chi non se lo può permettere: la proposta di Deutsche Bank

Smart working, Deutsche Bank propone una tassa del 5% sul lavoro da casa

Un team di ricerca di Deutsche Bank ha proposto una tassa sullo smart working. Le persone, ha detto l’istituto di credito tedesco, dovrebbero pagare la tassa del 5% per il “privilegio” di lavorare da casa, se continuano a farlo anche dopo la fine della pandemia.

La proposta di Deutsche Bank, tassa del 5% sullo smart working

Una tassa sullo smart working sarebbe la soluzione al problema di sostenere coloro che non possono permetterselo. Questa è la tesi dello studio di Deutsche Bank Research, che suggerisce un’imposta su coloro che decidono di continuare a lavorare da casa anche quando la corrente pandemia di coronavirus non li costringerà.

“Per anni abbiamo avuto bisogno di una tassa sui lavoratori in remoto”, ha scritto Luke Templeman di Deutsche Bank, “il COVID l’ha semplicemente resa ovvia”.

Se introdotta negli Stati Uniti, sui quali è stata effettuata la ricerca, una tassa del 5% permetterebbe di guadagnare $48 miliardi, che sarebbero reinvestire per colmare il gap fra coloro che possono e non possono permetterselo.

Nel Regno Unito, secondo i calcoli dello studio, la tassa genererebbe un fondo da 6,9 miliardi di sterline (poco più di 7,6 miliardi di euro), che si tradurrebbe in assegni da 2.000 sterline l’anno per lavoratori a basso reddito o a rischio taglio.

Negli USA il 56% della forza lavoro è in smart working, nel Regno Unito il 47%.

Secondo la ricerca, gli statunitensi spenderanno 4,6 miliardi di giorni l’anno a casa piuttosto che in ufficio.

Smart working, per Deutsche Bank giusto tassarlo

La tassa, ha detto la banca tedesca, sarebbe pagata dai datori di lavoro e le entrate così generate andrebbero alle persone che non possono lavorare da casa. Secondo Deutsche Bank la misura sarebbe “equa”, perché coloro che lavorano da casa risparmiano soldi e non ne immettono nel sistema come coloro che si recano in ufficio.

La proposta di Deutsche Bank avrebbe l’obiettivo di “rendere liscio il processo di transizione per coloro che sono stati dislocati” dalla crisi di coronavirus. L’economia globale si è costruita nell’arco di secoli, realizzando un’infrastruttura che supporta il lavoro faccia a faccia. Ma con la pandemia c’è stato un improvviso spostamento di massa verso il lavoro da casa, e il trend non andrà via.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories