Smart working: i 5 servizi migliori per lavorare da casa

Smart working al tempo del coronavirus: ecco 5 servizi migliori per lavorare da casa, dalle videochiamate alle chat fino alla condivisione dello schermo.

Smart working: i 5 servizi migliori per lavorare da casa

Lo smart working al tempo del coronavirus potrebbe diventare una prassi da applicare per un breve o lungo periodo, coinvolgendo centinaia di lavoratori o professionisti. Chat, videochiamate e videoconferenze sono strumenti utili e fondamentali per chi lavora da casa in condizioni di telelavoro. Quali sono i migliori strumenti, programmi e app per fare smart working esattamente come se vi trovaste in ufficio?

Da Skype a Slack, fino a Google Hangouts Meet: noi di Money.it ve ne abbiamo selezionati 5 scegliendoli per caratteristiche e competenze differenti. Lo smart working implica come prima cosa la necessità a comunicare e interagire con colleghi e altre figure indispensabili in un contesto lavorativo in team messi in difficoltà dalla distanza fisica e dal non trovarsi all’interno dello stesso ufficio.

Ecco le soluzioni più adatte per una giornata lavorativa perfetta in smart working.

Smart working: le 5 migliori app per lavorare da casa

Lavorare da casa può comportare, a seconda del tipo di lavoro, esigenze diverse: comunicare messaggi o modifiche importanti, con la stessa immediatezza con cui lo si farebbe lavorando accanto nelle reciproche scrivanie.

Telefonare? Utile, a volte necessario e in alcuni casi decisamente scomodo (oltre che dispendioso se, difficilmente, non si dispone di un piano tariffario adatto).

Skype

È il programma Microsoft più famoso al mondo dopo World e uno degli strumenti fondamentali e più utilizzati in ambito lavorativo.

Skype permette di chattare, aggiungendo i contatti via nickname o indirizzo email, inviare foto e immagini, effettuare videochiamate, anche di gruppo, telefonate. Esiste sia in versione desktop per Windows 10 e Mac, che sotto forma di app per smartphone e tablet scaricabile via App Store (iOS) e Play Store (Google).

Skype dispone anche di un servizio a pagamento tramite piano business e principalmente orientato alle chiamate a telefoni fissi o cellulari ed è estremamente conveniente soprattutto per chiamare all’estero (ad esempio, chiamare dall’Europa un numero degli Stati Uniti con Skype viene 3,60 euro al mese).

Google Hangouts Meet

Google Hangouts Meet è il programma per effettuare videoconferenze e videochiamate appartenente alla G Suite e normalmente a pagamento.

La situazione straordinaria determinata dal coronavirus ha concesso un periodo gratuito fino a inizio luglio valido solo per chi era già precedentemente abbonato. Il servizio permette di videochiamare ed effettuare riunioni in video streaming fino a 250 partecipanti contemporaneamente, con un’opzione per assistere in diretta o in differita senza partecipare attivamente.

Si tratta di un potenziamento del normale Google Hangouts disponibile su Gmail ed è un programma molto utile in campo professionale, soggetto a diversi tipi di abbonamento.

Slack

Slack è un’applicazione disponibile sia online, che in versione desktop e mobile, strettamente orientata alla gestione dei flussi di comunicazione lavorativi.

Il programma infatti permette di chattare e condividere file e documenti a tutte le persone iscritte e facenti parte dello stesso canale di lavoro. Si possono creare inoltre vari canali, propedeutici alla suddivisione del lavoro per categorie e mansioni, in modo da dividere e indirizzare al meglio le comunicazioni professionali ai vari team.

Presente anche una funzione di Direct Message per chattare singolarmente con i vari utenti, colleghi, facenti parte dello stesso canale. Anche su Slack è possibile effettuare videochiamate in live streaming.

TeamViewer

TeamViewer permette di accedere al PC anche da remoto, consentendo agli utenti di consultare tutti i file contenuti nello stesso.

L’applicazione, scaricabile per mobile (iOS e Android) e computer (MacOS e Windows 10) permette di avere sempre il desktop sotto mano avendo anche la possibilità di condividerne l’accesso anche ad altri colleghi (molto utile se lo scopo principale del vostro lavoro è scambiare e condividere file).

Si possono effettuare anche dei veri e propri meeting telematici, fino a 25 partecipanti, dando la possibilità a tutti di modificare e lavorare su documenti comuni disponibili in rete a distanza in tempo reale.

FaceTime

Il programma per le videochiamate realizzato da Apple e rientrante però solo nell’ecosistema iOS e MacOS.

Se siete abituati a lavorare solo sui dispositivi della mela morsicata, non avete bisogno d’altro per collegarvi con i vostri colleghi e superiori per una videochiamata in diretta effettuabile da iPhone, iPad e MacBook e iMac.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories
SONDAGGIO

1865 voti

VOTA ORA