Le 4 regole di Google per assumere solo i dipendenti migliori

In un mercato del lavoro dove il numero di candidati aumenta esponenzialmente, Google ha individuato quattro principi per assumere sempre e solo i dipendenti migliori.

Ogni anno Google (GOOGL) riceve oltre due milioni di CV provenienti da tutto il mondo e assume varie migliaia di candidati.
Il processo di assunzione di solito dura sei settimane: ogni candidato deve essere valutato non solo dal suo potenziale capo, ma anche dai (forse) futuri colleghi e dalla commissione assunzioni.

L’esperienza pluriennale nella ricerca di risorse umane permette oggi a Google di assumere solo i candidati migliori seguendo quella che potremmo azzardarci a definire “scienza”. Secondo Laszlo Bock, per anni figura chiave nella gestione delle risorse umane di Google, esistono quattro principi che aiutano a scegliere i dipendenti più meritevoli tra milioni di candidati. E ve li spieghiamo di seguito.

1) Non lasciare che qualcun altro faccia tutto il lavoro per te

Google si affida alle agenzie del lavoro solo in casi rari e specifici in cui avere un esperto esterno è una necessità, come nel caso della costituzione di un nuovo team in un altro Paese.
In passato la società ha utilizzato siti per annunci di lavoro come Monster, ma ha lasciato perdere una volta che la sua reputazione era cresciuta a sufficienza. Il problema con i siti di annunci di lavoro è che molti degli utenti mandano la propria candidatura senza effettivamente leggere il contenuto di ogni annuncio.

Oggi Google utilizza un portale interno e fa affidamento alle segnalazioni di chi è già dipendente, oltre a fare uso di LinkedIn o altri network, cercando e selezionando i nuovi dipendenti in base alle loro capacità.

Ti interesserà anche: 7 trucchi per trovare lavoro con LinkedIn

2) Punta in alto e assumi solo persone migliori di te

Impara a individuare rapidamente se qualcuno non merita neanche un colloquio iniziale impostando l’asticella molto in alto, senza abbassarla mai.
Prima di iniziare la selezione, decidi quali attributi e caratteristiche deve avere il candidato ideale insieme ad un gruppo di lavoro. Una buona regola è quella di assumere solo persone che sono migliori di te.

Questo vale per tutte le posizioni. Se si ha bisogno un assistente amministrativo, non cercare semplicemente qualcuno in grado di rispondere al telefono e a organizzare delle riunioni; trova qualcuno che renda più semplice il tuo lavoro organizzando il tuo tempo e le tue priorità meglio di quanto tu possa fare.
E se la ricerca di un dipendente richiede più tempo di quanto pensavi, sii paziente e impegnati ancora di più.

3) Crea entusiasmo nei nuovi candidati

Se un candidato è incerto e sembra poco convinto, presentagli il fantastico gruppo con cui lavorerà. Fagli capire che il suo lavoro è importante e che deve ritenersi fortunato, raccontando anche la propria esperienza e il successo dei candidati che sono stati già selezionati e assunti.

4) Esamina e revisiona continuamente il processo di selezione

Un’organizzazione delle dimensioni di Google può permettersi senza problemi che un gruppo numeroso di persone spenda del tempo per ogni candidato, ma anche le aziende più piccole dovrebbero seguire questo esempio e non lasciare la scelta finale in mano a una sola persona.

E dopo la scelta, continua a valutare i traguardi del candidato: diventerai così sempre più esperto nell’assumere solo i dipendenti migliori.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Lavoro

Condividi questo post:

Le 4 regole di Google per assumere solo i dipendenti migliori

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.