Referendum costituzionale 2016: le quote dei bookmakers

Scommesse referendum costituzionale 2016: cosa dicono i bookmakers? Le quote degli scommettitori vedono il No sempre più in vantaggio.

Scommesse referendum italiano 2016: le quote del Sì e del No - I bookmakers puntano sulla vittoria del No al referendum costituzionale del 4 dicembre. A pochissimi giorni dal voto, il sito di scommesse oddschecker.com offre una panoramica sulle quote attribuite al Sì e al No da alcune delle principali agenzie del settore.

Sky Bet e Ladbrokes danno il No a 1,2 e il Sì a 3,5. Paddy Power e Betfair, invece, considerano il No un’ipotesi da 1,3, con il Sì a 3,2. Praticamente le stesse quote di Bwin, che dà il No a 1,3 e il Sì a 3,3.

La torta è quindi ripartita in questo modo: il 54,90% delle puntate è per il No, il restante 45,10% per il Sì.

Le quote inglesi sono espresse in frazioni. Il metodo più immediato per la comprensione consiste nel risolvere la frazione in termini decimali (la vincita) e aggiungere 1 (il coefficiente dell’importo scommesso). Così una quota di 1/1 sarà: 1/1 = 1 + 1 = 2 —> 1/1 = 2

Referendum costituzionale e quote dei bookmakers: per cosa si vota

Domenica gli italiani saranno chiamati alle urne per dire Sì o No alla riforma costituzionale targata Renzi-Boschi e voluta dall’attuale maggioranza.

Il ddl in questione è stato approvato dal Parlamento italiano lo scorso 12 aprile e sarà sottoposto a referendum confermativo tra meno di due mesi. La riforma ha come obiettivo

“il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione”.

Referendum costituzionale e quote bookmakers: il Sì e il No

Il fronte del Sì comprende, oltre alla maggior parte degli esponenti del Partito Democratico, anche Area Popolare - guidata dal ministro dell’Interno Angelino Alfano - e altre formazioni parlamentari come il gruppo Alleanza Liberal Popolare-Autonomie di Palazzo Madama (che fa capo a Denis Verdini).

Il fronte del No invece è composto dalla minoranza dem, dal Movimento 5 Stelle e dai partiti del centrodestra (Forza Italia, Lega Nord, Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale).

Referendum costituzionale 2016: le quote dei bookmakers

Il 4 novembre scorso - giorno dell’ultimo aggiornamento di questo articolo - Ladbrokes dava in vantaggio il No a 1,5 mentre le chances di vittoria del Sì erano quotate a 2,25. I bookmakers sono sempre più convinti che gli italiani non daranno il proprio assenso al progetto di riforma voluto dal governo.

A ottobre un comunicato diffuso dall’Agipro - l’agenzia di stampa giochi e scommesse - spiegava che

“secondo il bookmaker britannico Ladbrokes gli italiani bocceranno la riforma del governo Renzi, che prevede la fine del ‘bicameralismo perfetto’, con la trasformazione del Senato in un organo rappresentativo delle Regioni (e la conseguente riduzione del numero dei suoi componenti)”.

Nelle settimane precedenti il No era dato a 1,73, il Sì (che renderebbe la Camera dei deputati l’unico organo eletto direttamente dai cittadini, con il compito di approvare leggi ordinarie e di bilancio e accordare la fiducia al governo) era invece un’ipotesi da 2,00.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories