Un 2017 da record per i fondi. Domina BlackRock

Il 2017 ha segnato un vero record per l’industria dei fondi anche se il mercato appare concentrato nelle mani di pochi asset manager.

Un 2017 da record per i fondi. Domina BlackRock

L’industria dei fondi in Europa ha subito una significativa crescita nel 2017 anche se il mercato appare sempre più concentrato in poche fortunate mani.

Secondo i dati Thomson Reuters Lipper, l’anno appena trascorso ha segnato un incremento di oltre 1.000 miliardi di euro di asset toccando il record a quota 10.400 miliardi. Ottima anche la performance sul fronte della raccolta che ha fatto registrare flussi netti pari a 756,9 miliardi.

Protagonista assoluta di questa forte crescita, BlackRock. La società di investimenti ha, infatti, dominato sia in termini di patrimonio che di raccolta netta, staccando di gran lunga gli altri operatori del settore.

Il 2017, l’anno dei record

Il 2017 è stato, dunque, l’anno dei record per l’industria dei fondi in Europa. Innanzitutto, sostanzioso è stato il balzo degli asset che sono passati da 9.400 miliardi alla cifra record segnata a fine dicembre di 10.400 miliardi.
Ottimi, secondo il report di Thomson Reuters Lipper, anche i dati relativi alla raccolta netta che nel 2017 hanno segnato lo storico traguardo di a 756,9 miliardi di euro.

Particolarmente richiesti sono stati i fondi obbligazionari: hanno gestito un totale di 2.600 miliardi di euro segnando 289,4 miliardi in più nel corso dell’anno.
Infine, i fondi multi-asset hanno registrato il maggior numero di lanci, ben 743 mentre la richiesta di investimenti passivi utilizzando i fondi negoziati in Borsa è aumentata per il quinto anno consecutivo, portando gli attivi in questa categoria a 633,9 miliardi di euro da 514,5 miliardi.

Mercato concentrato in poche mani

Appare evidente che il 2017 sia stato un anno positivo per l’industria dei fondi in Europa anche se un’attenta analisi rivela che a beneficiare di questa crescita siano stati pochi operatori. Primo fra tutti BlackRock, che domina sia in termini di patrimonio con 755,9 miliardi di euro che sul fronte della raccolta netta con flussi per 101,1 miliardi.

Sul podio degli asset manager, per quanto riguarda il patrimonio, ci sono anche anche Amundi e JP Morgan, con rispettivamente 401,4 miliardi e 321,5 miliardi di asset, seguiti da Deutsche Bank (286,8 miliardi di euro) e Ubs (283,8 miliardi di euro).

Per quanto riguarda la raccolta netta, invece, dopo BlackRock, a netta distanza troviamo Pimco con flussi per 55,8 miliardi e Amundi con 47,5 miliardi.
Un mercato concentrato che, però, secondo un altro studio di Thomson Reuters Lipper mantiene alta la competitività.

Il contesto

Il contesto di riferimento è stato caratterizzato da una serie di fusioni e acquisizioni dovute essenzialmente all’aumento dei costi e a una più rigida regolamentazione.

“Poiché l’implementazione delle nuove normative, come MiFID II, aumenta il costo del mantenimento di un fondo, prevediamo che la tendenza delle fusioni e delle liquidazioni di piccoli fondi continuerà nel 2018”

ha dichiarato Detlef Glow, responsabile della ricerca EMEA di Thomson Reuters Lipper.

Da sottolineare anche il dato dell’industria degli Exchange-Traded Fund, i cui asset in gestione sono arrivati a 633,9 miliardi di euro.

Tra gli asset manager che hanno dominato il mercato in Europa nel 2017, l’unico che si è affacciato nel mondo degli Etf da poco è JP Morgan, società che in termini di raccolta ha vissuto il migliore degli ultimi cinque anni e, come ha spiegato in una recente intervista a Repubblica, Lorenzo Alfieri, Country Head per l’italia di J.P. Morgan Asset Management, il trend potrebbe proseguire anche per l’anno in corso:

“Guardando al 2018, probabilmente anche grazie a un mercato che sembra voglia proseguire il trend positivo, mi sembra vi possa essere una costante nella diversificazione dei temi di investimento. In termini di flussi, stiamo vedendo un minore interesse nei confronti del mercato americano, mentre gli investitori continuano a vedere interessanti opportunità sul mercato azionario europeo. Riteniamo, dunque, che i driver della raccolta per il 2017 possano permanere anche nel 2018”.

Iscriviti alla newsletter "Risparmio e investimenti" per ricevere le news su Fondi di investimento

Condividi questo post:

Commenti:

Prova gratis le nostre demo forex

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Potrebbero interessarti

Marco Ciotola -

Elliott punta Mediobanca con un secondo fine

Elliott punta Mediobanca con un secondo fine

Commenta

Condividi