M5S perde pezzi in Senato e il Governo trema

Movimento 5 Stelle sempre più in agitazione. Prosegue, infatti, la diaspora dei parlamentari grillini verso altri partiti. L’ultimo addio è quello della senatrice Riccardi, ora alla Lega. E a tremare è anche il Governo

M5S perde pezzi in Senato e il Governo trema

Periodo agitato per il Movimento 5 Stelle. In un momento cruciale per il gruppo al Governo, sia per i venti di cambiamento interno che per la crisi economica da affrontare, i pentastellati perdono pezzi in Parlamento.

L’ultimo addio di una lista che comincia a essere lunga in casa grillina è quello della senatrice Alessandra Riccardi. Il suo passaggio all’opposizione è un colpo per il M5S e non solo.

Cambiano, infatti, i già fragili equilibri dell’esecutivo Conte in Senato. E il Governo trema.

Dal Movimento 5 Stelle alla Lega: nuovo addio nei grillini

Alessandra Riccardi, senatrice del M5S eletta in Lombardia, ha detto addio al movimento ed è passata alla Lega.

Dal Governo all’opposizione, quindi, per la pentastellata che già in precedenza aveva fatto emergere la sua vicinanza a Salvini. Nello specifico, si era schierata contro i grillini sull’autorizzazione a procedere per il capo della Lega nel caso Open Arms.

Come riportato da Il Giornale, infatti, sul discusso episodio questa è l’opinione della Riccardi: “anche qui a mio avviso sussisteva, come nel caso della Diciotti, l’azione di governo nel perseguimento della politica dei flussi migratori. E anche sul caso Gregoretti ero uscita dall’aula, non condividendo la posizione del mio gruppo a favore del processo”.

L’uscita definitiva dal Movimento 5 Stelle è stato così motivato:

“Era diventato impossibile portare avanti idee e progetti per i quali avevo deciso di far parte del Movimento 5 Stelle. Il mio disagio in particolare è cresciuto negli ultimi mesi ed è legato al fatto che non si si sia realizzato, neppure in minima parte, quel confronto parlamentare anche con l’opposizione per riforme importanti e ancora più necessarie in un periodo difficile come questo”

Soddisfatta, ovviamente, la Lega, che incassa un nuovo ingresso che ha soprattutto il sapore di una sconfitta per i grillini.

Al Senato ora il Governo trema

La fuga dal Movimento 5 Stelle della senatrice, passata all’opposizione in quota Lega, ha ripercussioni anche sulla tenuta del Governo.

A Palazzo Madama, infatti, ora la maggioranza può ufficialmente contare su 160 senatori, 1 in meno per ottenere la maggioranza assoluta. Il voto della Riccardi è considerato perso, visto il passaggio tra i banchi della minoranza.

La maggioranza di Conte, quindi, potrebbe trovare difficoltà nelle prossime votazioni in Senato.

Iscriviti alla newsletter

1 commento

foto profilo

daniele • 5 mesi fa

Non c’è da stupirsi del fatto che il M5S perda pezzi, c’è da stupirsi che esista ancora!

Money Stories