Giappone, abdica l’imperatore Akihito: è il primo in 200 anni

È la prima volta in due secoli di storia del Giappone che un imperatore lascia il trono. Con l’abdicazione di Akihito inizia l’era Reiwa

Giappone, abdica l'imperatore Akihito: è il primo in 200 anni

L’imperatore Akihito ha annunciato la sua abdicazione in una cerimonia giovedì. È la prima rinuncia al trono da parte di un monarca in oltre 200 anni di storia del Giappone, e segna la fine dell’era Heisei. La corona passerà così al figlio, il principe Naruhito, e con quest’ultimo inizierà l’era Reiwa.

Giappone, inizia l’era Reiwa

Alla cerimonia di abdicazione di Akihito, 85 anni, hanno partecipato anche l’imperatrice Michiko e il primo ministro giapponese Shinzo Abe. Akihito, che raramente ha fatto sentire la sua voce in televisione, ha espresso alle telecamere il suo “profondo senso di fiducia e rispetto” nei confronti del popolo giapponese. “Spero sinceramente, ha aggiunto l’imperatore emerito, che l’era Reiwa, che inizia domani, sarà stabile e fruttuosa”.

Le ragioni della sua abdicazione sono principalmente di salute: negli ultimi anni era stato operato al cuore e aveva superato un cancro alla prostata. La legge non gli permetteva di lasciare il trono, e i governanti giapponesi hanno modificato la norma nel 2017.

Abdica l’imperatore più amato

L’imperatore Akihito sarà ricordato in particolare per il suo costante rimorso per le azioni del Giappone nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Una memoria storica pesante, soprattutto perché dipendeva dalla volontà del padre dello stesso Akihito, l’imperatore Hirohito. Sotto la guida di quest’ultimo, il Giappone scese in guerra al fianco di Italia e Germania e si macchiò di terribili crimini nei confronti delle Nazioni vicine.

Nel 1990, un anno dopo l’incoronazione, Akihito si recò in Corea del Sud, dove nel corso della WWII migliaia di donne erano state ridotte in schiavitù sessuale dai soldati giapponesi. Qualche anno dopo Akihito divenne il primo imperatore a visitare la Cina, dove affermò di aver provato una “profonda tristezza” per le sofferenze inflitte al Paese dal Giappone.

Ma non è stato soltanto nella Heisei (in giapponese: ricerca della pace) che Akihito ha rotto con la tradizione. Infatti, è stato il primo imperatore ad abbracciare una vita normale, sposando una persona comune incontrata durante una partita di tennis, e occupandosi direttamente in famiglia dell’educazione dei figli. Nel tempo libero l’imperatore si è occupato di pubblicare articoli scientifici sui procioni.

Nel 2011, quando terremoto e tsunami causarono la morte di 20.000 persone, Akihito diventò davvero l’imperatore più amato non più come dio, ma come individuo. Fu il primo imperatore ad andare in TV, con un accorato appello alla speranza. E si recò con la moglie direttamente sul luogo del disastro di Fukushima, inchinandosi per parlare faccia a faccia coi sopravvissuti.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Giappone

Argomenti:

Giappone Shinzo Abe

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

SONDAGGIO