Genova, i 5 Stelle mantengono la promessa: Autostrade fuori dalla ricostruzione

Pronto a essere inviato al Colle il decreto del governo sulla ricostruzione del ponte Morandi: come da sempre detto dal Movimento 5 Stelle, Autostrade è fuori.

Genova, i 5 Stelle mantengono la promessa: Autostrade fuori dalla ricostruzione

Il decreto sulla ricostruzione di Genova è ormai pronto. Dopo più di un mese dalla tragedia del crollo del ponte Morandi, costata la vita a 43 persone, il governo è pronto a inviare il testo al Colle.

Come promesso dal Movimento 5 Stelle fin dai primi momenti che hanno seguito il crollo del viadotto, alla fine nel progetto di ricostruzione dell’importante infrastruttura sarà esclusa Autostrade e tutte le società riconducibili alla galassia Atlantia.

Autostrade fuori dalla ricostruzione

Nel Consiglio dei Ministri del 13 settembre, il governo Conte aveva già approvato il suo decreto per Genova che però era “salvo intese”, ovvero ancora possibile di modifiche anche importanti.

Adesso però sembrerebbero essere stati sciolti tutti i dubbi, con il testo che a breve arriverà sulla scrivania del Presidente della Repubblica. Dopo le tante ipotesi fatte in queste settimane, finalmente ora verrà reso noto come si procederà per la ricostruzione.

Il punto fermo del decreto è l’esclusione di Autostrade come appaltante, progettista ed esecutore del progetto. Un divieto questo che sarà esteso anche ad altre società facenti parte di Atlantia come Spea o Pavimental.

Il commissario straordinario, ancora c’è mistero sul suo nome, svolgerà quindi le funzioni dell’ente appaltante, scegliendo a chi affidare le progettazioni e i lavori dopo aver valutato almeno cinque imprese.

Oltre al nome del commissario, al momento resta da capire anche dove saranno reperite le coperture economiche. In più è molto probabile che Autostrade possa decidere di fare ricorso contro la sua esclusione, oltre al fatto che l’affidamento diretto un’azienda di Stato (Fincantieri?) senza una mediazione con Bruxelles andrebbe a scontrarsi con il Codice degli appalti, che invece impone una gara.

Vittoria dei 5 Stelle

Spesso quando succedono tragedie come quelle di Genova, i politici evitano a caldo di puntare il dito su un colpevole oppure di prendere degli impegni solenni di fronte ai cittadini.

Per esempio, nel 2004 in Spagna il popolare Aznar aveva la vittoria praticamente in tasca. Dopo l’attentato alla stazione di Madrid (192 morti) proprio alla vigilia delle elezioni, quello che era il presidente attribuì subito la colpa all’ETA.

Invece arrivò poco dopo la rivendicazione di Al-Qaida che andò a sbugiardare le parole dette a caldo da Aznar: risultato di questo errore fu che i popolari persero le elezioni a favore dei socialisti.

Il Movimento 5 Stelle dopo il crollo ha subito dichiarato in maniera perentoria che Autostrade sarebbe stata esclusa dalla ricostruzione. Un impegno non da poco vista la complessità della vicenda.

Invece alla fine i pentastellati sono riusciti a mantenere fede a quanto dichiarato: esclusa Autostrade dalla ricostruzioni, ora si dovrà vedere però cosa verrà deciso in merito alle concessioni e chi metterà i soldi, altri temi questi dove i pentastellati sono stati molto chiari.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su MoVimento 5 Stelle (M5S)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.