Coronavirus: in Giappone picco di suicidi

Marco Ciotola

29 Novembre 2020 - 18:18

condividi
Facebook
twitter whatsapp

La pandemia di coronavirus ha innescato un picco di suicidi in Giappone: pesa la mancanza di lavoro

Coronavirus: in Giappone picco di suicidi

È picco di suicidi in Giappone durante la pandemia di coronavirus. Tanto che, per il mese di ottobre, si contano più decessi per suicidio di quanti ne ha fatti la covid-19 in 10 mesi.

Gli esperti parlano di “picco allarmante”, facendo notare come sia in grossa parte guidato dalle donne, spesso impiegate nelle industrie più colpite dalla pandemia.

La CNN, nel tentativo di intercettare e comprendere il trend, ha parlato con diverse donna giapponesi che hanno tentato il suicidio mentre cercavano di sbarcare il lunario nel pieno delle difficoltà innescate dalla pandemia.

Sono in particolare lavoratori e lavoratrici precari a ricorrere all’estremo gesto, che continua a segnare un andamento in netta crescita ormai dallo scorso luglio.

Coronavirus: in Giappone picco di suicidi

Oltre alle vere e proprie difficoltà economiche, pesa moltissimo secondo gli esperti la situazione di incertezza che inevitabilmente si vive durante il covid.

Uno scenario di instabilità psicologica che influisce sull’aumento dei suicidi, che in particolare a ottobre ha fatto registrare uno dei suoi massimi storici nel Paese.
Ma il trend segnava già un forte aumento da quest’estate stando ai dati del Ministero della Salute del Giappone.

A settembre ci sono stati 705 suicidi solo di uomini tra i 20 e i 50 anni, vale a dire quasi il 9% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, mentre ad agosto la crescita segnava +6,7%.

I numeri più recenti mettono in evidenza l’aumento di suicidi soprattutto tra le donne, che secondo diverse associazioni locali che si occupano del fenomeno subiscono una situazione lavorativa fatta di precarietà se non proprio di assenza di occupazione sulla scia del coronavirus.

Nel Paese la circostanza è sempre più discussa anche alla luce di diversi suicidi che hanno riguardato figure pubbliche estremamente conosciute, tra le quali l’attrice Sei Ashina, nota in Italia soprattutto per aver recitato nel film Seta, tratto dal libro di Alessandro Baricco.

Anche la lottatrice professionista Hana Kimura, di recente in evidenza su Netflix nel reality Terrace House, si è tolta la vita nel maggio scorso.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories