Che cosa è successo a Nizza? Camion si fionda sulla folla: è strage

Che cosa è successo a Nizza? Un killer alla guida di un camion si è lanciato sulla folla sparando e uccidendo molte persone. Quante sono le vittime? Chi è l’attentatore?

Cosa è successo a Nizza? Un nuovo attenta in Francia sta sconvolgendo il mondo. Ecco tutto ciò c’è da sapere e cosa si sa fino ad ora dell’attentato di ieri sera a Nizza.

Un camion si è lanciato sulla folla a Nizza, in Francia, durante le celebrazioni per la presa della Bastiglia.
Il camion si è diretto a tutta velocità tra la folla per ben 2 chilometri uccidendo innumerevoli persone inclusi alcuni bambini. Il conducente del camion, oltre ad aver investito coloro che celebravano il giorno della Bastiglia, ha anche aperto il fuoco sulla folla causando altri morti e feriti.

Dopo cosa è successo a Nizza sono state immediate le indagini anti-terrorismo da parte della polizia francese la quale sembrerebbe aver svelato l’identità dell’attentatore.

Proprio come è già accaduto durante gli ultimi attacchi in Francia, il presidente Hollande ha dichiarato lo stato d’emergenza, o meglio, ha prorogato lo stato d’emergenza già in vigore da 8 mesi, fino ad ottobre prossimo.

L’allerta terrorismo durante il corso degli europei di calcio era stata massima, ma, ironia della sorte, l’ennesima strage si è compiuta proprio a pochi giorni dal termine della manifestazione sportiva.
Vediamo allora nel dettaglio che cosa è accaduto a Nizza, quante persone sono rimaste vittime di questo attentato, da chi è stato causato e perché.

Che cosa è successo a Nizza?

Un uomo armato ha aperto il fuoco sulla folla, durante le celebrazioni per la presa della Bastiglia che si stavano svolgendo a Nizza, in Francia. L’attentatore ha guidato a tutta velocità un camion gettandosi sulla folla che si era riunita per osservare lo spettacolo dei fuochi artificiali previsti per le celebrazioni nella tarda serata di ieri.

Il killer, dopo aver guidato il camion tra la folla per ben 2 chilometri sulla Promenade Des Anglais, è stato ucciso dalle autorità francesi che hanno immediatamente isolato tutta l’area.
Non si ferma l’incubo terrorismo per la Francia che ripiomba nella paura.
Moltissime persone sono fuggite in preda al panico mentre l’area è rimasta disseminata di corpi di coloro che si sono trovati proprio davanti l’attentatore e sono rimasti uccisi.
Una fonte molto vicina alle indagini ha reso noto il ritrovamento, all’interno del camion di 19 tonnellate, di una granata “inattiva” e “moltissimi fucili” che, a quanto pare, sono in realtà armi non vere.
In un discorso tenuto all’alba, il presidente francese Hollande ha dichiarato la sua volontà di prorogare lo stato di emergenza proclamato 8 mesi fa in occasione degli attentati terroristici - rivendicati dall’ISIS - che hanno causato la morte di 130 persone a Parigi. Nuovamente in allerta quindi le forze militari e di polizia francesi.
La Francia è afflitta di fronte a questa nuova tragedia”, ha affermato Hollande, sottolineando che anche molti bambini sono rimasti uccisi in quello che ha definito “senza dubbi, un atto di terrorismo”.

Cosa è successo a Nizza? Numero delle vitteme

L’attentatore, dal suo camion in corsa, ha aperto il fuoco sulla folla festante e ha causato la morte di ben 84 persone tra le quali anche numerosi bambini. Anche le persone sulla spiaggia sono state colpite e dopo l’uccisione del killer tutta l’area è rimasta disseminata di corpi senza vita, come in una scena di guerra.
Il bilancio delle vittime tuttavia potrebbe anche alzarsi dato che, oltre agli 84 corpi rinvenuti senza vita, l’attentatore alla guida del camion ha causato più di 100 feriti di cui almeno 18 in condizioni gravissime.
Anche due italiani sarebbero stati presenti alle celebrazioni di ieri a Nizza, ma di essi ancora non si hanno notizie.

Chi è l’attentatore di Nizza? Ha agito da solo?

Il killer che ha guidato il camion tra la folla a Nizza ha fatto fuoco ripetutamente sulle persone in festa prima di essere ucciso dalla polizia francese, come ha riportato il presidente della regione Christian Estrosi.
Secondo le ultime notizie che giungono dalla Francia, l’attentatore sarebbe il 31enne Mohamed Lahouaiej Bouhlel, non noto ai servizi segreti, ma noto alla polizia francese per atti di violenza.
Bouhlel, a quanto riportano i media francesi, è sposato ed ha tre figli, di cui uno di appena 3 anni.
Viveva proprio a Nizza, nel quartiere degli Abattoirs, l’attentatore che ieri sera ha ucciso 84 persone ed ha guidato un camion - tra l’altro affittato - tra la folla cercando di creare più morti possibili.

Secondo alcuni media francesi ci sarebbero dei complici in fuga sui quali le autorità stanno indagando ma è ancora troppo presto per avere delle conferme ufficiali ed è ancora troppo presto per conoscere le motivazioni di un gesto così crudele che ha rigettato Nizza e la Francia nel terrore.

Reazioni del mondo su cosa è successo a Nizza

Le reazioni dei leader occidentali all’attentato di Nizza non si sono fatte attendere.
Dagli Stati Uniti sono arrivati messaggi di cordoglio e dolore da parte del presidente Obama il quale ha offerto massima assistenza e disponibilità alle autorità francesi.
La neoeletta prima ministra britannica, Theresa May, ha inviato altrettanti messaggi di solidarietà e vicinanza alla Francia definendo l’attacco «un orrore».
Dall’Unione Europea sono giunti messaggi di solidarietà tramite la Mogherini la quale ha twittato la sua vicinanza a Nizza e alla Francia dal vertice ASEM in Mongolia.
Sempre dall’UE, vicinanza anche da Junker che ha offerto alla Francia tutto il sostegno della Commissione Europea.
Massima vicinanza anche dall’Italia:

“Nizza e l’Europa colpite in modo orribile”,

ha twittato il ministro degli esteri italiano Gentiloni.

“Al popolo di Nizza, alle autorità di Francia, il sostegno e la solidarietà della Repubblica italiana”,

ha invece affermato il capo dello stato Mattarella.

Il mondo, insomma, si è stretto ancora una volta attorno ad una Francia che ripiomba nel terrore dopo cosa è successo a Nizza.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti

Argomenti:

Francia Terrorismo

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.