Borsa Oggi, 6 maggio 2021: Ftse Mib, UniCredit top performer

Luca Fiore

06/05/2021

06/05/2021 - 18:00

condividi

La Borsa oggi, 6 maggio 2021, ha chiuso la seduta in sostanziale parità. Sul Ftse Mib riflettori puntati su UniCredit dopo i conti e Telecom Italia in scia degli ultimi rumor. L’aumento del rendimento del Btp fa salire lo spread.

Borsa Oggi, 6 maggio 2021: Ftse Mib, UniCredit top performer

Dopo un avvio in solido territorio positivo, la Borsa oggi ha chiuso piatta: sul Ftse Mib spicca l’andamento speculare delle azioni UniCredit e Telecom Italia.

Nel giorno del meeting della Bank of England, che nel confermare l’attuale assetto della politica monetaria ha rilevato che con la ripartenza dell’economia è probabile che nei prossimi giorni gli acquisti di bond governativi saranno ridotti, le borse europee sono prudenti in scia delle indicazioni che stanno arrivando dai numeri societari.

Tra le materie prime, il future con consegna luglio sul petrolio Brent quota in calo dello 0,8% a 68,4 dollari al barile. Segno più per l’eurodollaro, in aumento dello 0,4% a 1,20555.

Borsa Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib, UniCredit guarda tutti dall’alto

La seduta del Ftse Mib si è chiusa a 24.495,07 punti (+0,13%) mentre lo spread Italia-Germania, in scia del rialzo del rendimento del Btp, è salito a 111 punti base (+3,2%).

Sul paniere delle blue chip focus sull’andamento speculare di UniCredit (+5%) e Telecom Italia (-5,52%): la prima ha capitalizzato conti sopra le stime e la conferma della guidance mentre la seconda ha dovuto fronteggiare i rumor secondo cui nel PNRR trasmesso a Bruxelles si parlerebbe di «reti a banda larga ultraveloce» e non di «rete unica».

Tra i titoli del risparmio gestito segnaliamo il -0,54% di Anima Holding che ha chiuso il primo trimestre con un’ultima riga di conto economico a 57,7 milioni, +50% rispetto ad un anno prima, e ricavi a 124 milioni di euro (+21%).

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib, andamento speculare per UniCredit e Telecom Italia

Il Ftse Mib quota in aumento dello 0,08%, il Cac40 segna un -0,05% ed il Dax un -0,04%.

Incremento da 108 a 109 punti base per lo spread Btp-Bund.

Due velocità sul Ftse Mib per le azioni UniCredit (+4,67%) e Telecom Italia (-6,22%): la prima capitalizza conti sopra le stime e la conferma della guidance mentre la second si trova a fare i conti con i rumor secondo cui nel PNRR trasmesso a Bruxelles si parlerebbe di «reti a banda larga ultraveloce» e non di «rete unica».

Per quanto riguarda le trimestrali, oggi è il turno di Banco BPM (+1,69%), Enel (+0,34%) e Leonardo (-0,2%).

Future Wall Street: prevista apertura positiva

Al momento il derivato sul Dow Jones registra un +0,21%, quello sullo S&P500 avanza dello 0,26% e il future sul Nasdaq sale dello 0,47%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib, UniCredit e Telecom Italia sotto i riflettori

Poco dopo l’avvio degli scambi il Ftse Mib quota in aumento dello 0,68% a 24.630,73 punti, il Cac40 segna un +0,42% ed il Ftse100 avanza dello 0,27%. Incremento di mezzo punto percentuale per il Dax (+0,45%).

Lo spread Btp-Bund in avvio di seduta europea è stabile a 108 punti base.

Sul Ftse Mib sono due le performance che oggi stanno catalizzando l’attenzione degli operatori: quella delle azioni UniCredit (+4,76%) e quella del titolo Telecom Italia (-9,16%).

La banca milanese ha chiuso il primo trimestre con un utile netto di 887 milioni di euro, oltre il doppio rispetto alle stime degli analisti. Un anno fa l’istituto di Piazza Gae Aulenti aveva segnato una perdita netta contabile di 2,7 miliardi. La guidance su un utile netto di oltre 3 miliardi nell’intero esercizio è stata confermata.

Ieri era stata la volta dei numeri di Intesa Sanpaolo (+1,73%), CNH Industrial (+1,94%) e Stellantis (+0,3%).

Oggi l’appuntamento è con le trimestrali di Banco BPM (+0,95%), Enel (+1,06%) e Leonardo (+0,49%).

Tonfo invece per Telecom Italia dopo i rumor sulla possibilità che nel PNRR trasmesso a Bruxelles si parli di «reti a banda larga ultraveloce» e non di “rete unica”.

Borse Asia: Tokyo in deciso rialzo

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, registra un +0,65%, il China A50 ha terminato la seduta con un -1,33% ed il Nikkei ha chiuso con un +1,8%.

Contrazione di mezzo punto percentuale per l’indice australiano S&P/ASX 200 (-0,48%).

Wall Street: Nasdaq chiude debole

Nella seduta di ieri il Dow Jones ha chiuso con un +0,29%, lo S&P500 ha segnato un +0,07% ed il Nasdaq un -0,37%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.