Borsa Italiana Oggi, 5 novembre 2021: Ftse Mib, Telecom Italia e Banco BPM guidano i rialzi

Luca Fiore

05/11/2021

05/11/2021 - 18:05

condividi

Seduta in positivo per la Borsa Italiana oggi, 5 novembre 2021. Sul Ftse Mib si segnalano gli acquisti su Telecom Italia dopo gli ultimi rumor e Banco BPM, che ha presentato la trimestrale. Spread poco mosso.

Borsa Italiana Oggi, 5 novembre 2021: Ftse Mib, Telecom Italia e Banco BPM guidano i rialzi

Chiusura positiva per la Borsa Italiana oggi: sul Ftse Mib spiccano, in positivo, le performance delle azioni Telecom Italia (+4,76%) e Banco BPM (+5,03%).

Nel corso del pomeriggio sono arrivati i numeri relativi il mercato del lavoro USA: ad ottobre il tasso di disoccupazione USA è sceso dal 4,8 al 4,6 per cento mentre il saldo delle buste nei settori non agricoli, le famigerate non-farm payrolls, è risultato positivo per 531 mila unità (consenso 455 mila).

“Le cifre suggeriscono che l’economia americana evidenzia un miglioramento nel mondo del lavoro e sempre più lavoratori pretendono un salario più elevato”, ha commentato Filippo Diodovich, Senior Market Strategist di IG Italia. “L’aumento dei prezzi al consumo –continua l’esperto- rischia di essere alimentato non solamente dall’incremento dei prezzi delle materie prima ma anche dalla crescita delle aspettative di inflazione” visto che “con banche centrali poco credibili nell’impegno di mantenere la stabilità dei prezzi l’inflazione potrebbe aumentare ulteriormente”.

In serata focus sulla valutazione di Moody’s sul nostro merito di credito: attualmente il rating assegnato dall’agenzia all’Italia è Baa3/stabile.

In corrispondenza della chiusura delle borse europee, il future sul Brent quota in aumento del 2,6% a 82,6 dollari al barile mentre l’eurodollaro è poco mosso a 1,15577 (+0,04%).

Borsa Italiana Oggi, aggiornamento ore 17:40: Ftse Mib in aumento di un punto percentuale

La settimana del Ftse Mib è terminata a 27.795,93 punti, +0,99% rispetto al dato precedente.

Invariato a 115 punti base lo spread.

Aggiornamento ore 13: Ftse Mib, Telecom Italia e Banco BPM sugli scudi

Il Dax segna un +0,13%, il Cac40 avanza dello 0,65% ed il Ftse Mib mette a segno un +0,82%.

Due le performance migliori sul paniere delle blue chip: Telecom Italia (+5,5%), spinta dalle indiscrezioni emerse ieri relative la ripresa dei contatti con Open Fiber (TIM che sarebbe pronta a rinunciare al controllo della rete), e Banco BPM (+3,62%), che ha fatto sapere di attendersi un utile sopra quota 1 miliardo al 2024.

Giornata di conti anche per Leonardo, che dopo un inizio difficile sale dello 0,3%, ed Enel, in calo di mezzo punto percentuale.

Stabile a 115 punti base lo spread.

Future Wall Street: prevista apertura positiva

A due ore e mezza dall’avvio delle contrattazioni, il derivato sul Dow Jones registra un +0,17%, quello sullo S&P500 avanza dello 0,23% e il future sul Nasdaq sale dello 0,09%.

Aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib, Telecom Italia top performer

Il Ftse100 parte con un +0,24%, il Dax è piatto, il Cac40 segna un +0,29% ed il nostro Ftse Mib quota in aumento dello 0,2% a 27.577,6 punti.

Sul listino delle blue chip le due performance migliori sono appannaggio di Tenaris (+1,5%) e di Telecom Italia (+3,01%).

“Con riferimento alle indiscrezioni di stampa odierne circa possibili assetti societari relativi alla rete, TIM precisa che l’argomento non è stato oggetto di discussione nel Consiglio di amministrazione né tantomeno sono state prese decisioni al riguardo”.

E’ quanto riporta una nota emessa dal gruppo delle tlc a seguito delle indiscrezioni emerse ieri relative la ripresa dei contatti, con TIM che sarebbe pronta a rinunciare al controllo della rete, con Open Fiber.

Sul fondo del Ftse Mib troviamo invece Leonardo, che nei primi nove mesi ha visto i ricavi salire del 6% a 9,6 miliardi mentre gli ordini hanno evidenziato un +9% portandosi a 9,3 miliardi.

In rosso anche Enel (-0,97%), che al 30 settembre ha evidenziato ricavi in aumento del 17,1% ed un calo del risultato netto dell’8,5% a 3,3 miliardi, mentre Banco BPM, che ha fatto sapere di attendersi un utile sopra quota 1 miliardo al 2024 , segna un +0,58%.

Oggi tocca a BPER Banca (+0,92%) ed a Buzzi Unicem (+0,15%) alzare il velo sui conti.

Poco mosso, a 115 punti base, lo spread Btp-Bund.

Borse Asia: Tokyo chiude debole

L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, quota in rosso di un punto e mezzo percentuale, il China A50 ha segnato un -0,21% e l’australiano S&P/ASX 200 ha terminato in aumento dello 0,39%.

Rosso dello 0,61% per Tokyo, dove il Nikkei ha chiuso a 29.611,57 punti.

Wall Street: segno più per S&P e Nasdaq

La seduta di Wall Street si è chiusa con il Dow Jones di poco sotto la parità (-0,09%), con lo S&P500 in aumento dello 0,42% e con il Nasdaq che ha evidenziato un +0,81%.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.