Bonus quarto figlio: dall’Inps le istruzioni operative. Ecco a chi spetta

Chiara Troncarelli

19 Maggio 2016 - 09:06

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Bonus quarto figlio: l’Inps comunica le istruzioni operative per nuclei familiari con almeno quattro figli minori. Pagamento del bonus a luglio. Ecco come funziona.

L’Inps comunica le istruzioni operative per il pagamento del bonus quarto figlio relativo all’anno 2015 per le famiglie che hanno almeno quattro figli minori e un ISEE al di sotto di 8.500,00 euro annui.

Ecco come funziona.

Bonus quarto figlio: chi sono i beneficiari?

Il bonus quarto figlio spetta a quei nuclei familiari con un numero di figli minori pari o superiore a quattro, che già beneficiano relativamente all’annualità 2015, dell’assegno per i tre figli minori e con un ISEE annuo non superiore a 8.500 euro.

L’Inps aveva già indicato nella circolare n.70 del 29 aprile 2016 le istruzioni contabili ai fini del riconoscimento del beneficio, specificando che

«non è prevista un’apposita domanda da parte dell’interessato, essendo sufficiente la domanda già presentata per la concessione dell’assegno per i tre figli minori relativo all’annualità 2015».

Bonus quarto figlio: le istruzioni operative Inps

Come precisa l’Inps nel suo comunicato stampa del 18 maggio 2016 per spiegare le modalità di fruizione del bonus, non é necessario presentare alcuna domanda se é già stata presentata una Dichiarazione Sostitutiva Unica nel 2015 da cui risulti la composizione del nucleo familiare con almeno quattro figli minori, purché l’ultimo sia nato o adottato nel 2015.

L’Istituto infatti spiega che verrà considerata automaticamente la domanda già presentata dai nuclei familiari che ricevono l’assegno per i tre figli minori.

Necessario però aver comunicato il cambiamento numerico del proprio nucleo familiare attraverso una Dichiarazione Sostitutiva Unica con cui comunicare la nascita o l’adozione del quarto figlio avvenuta nel 2015.

In assenza di questi requisiti, bisogna presentare una nuova Dichiarazione Sostitutiva Unica entro il 31 maggio 2016.

L’Inps ricorda poi che spetta agli uffici amministrativi comunali competenti «inserire con sollecitudine e comunque entro e non oltre il 31 maggio 2016» le richieste di pagamento relative alle domande di assegno relative a tre figli minori, già presentate nei termini per l’anno 2015.

Bonus quarto figlio: quando viene pagato?

L’Inps infine ha confermato poi che il primo pagamento avverrà nel mese di luglio e sarà fino a 500 euro.

Il budget complessivamente stanziato per il bonus quarto figlio é pari a 45 milioni di euro.

Per questo l’istituto precisa che qualora dovesse esserci un eventuale residuo di risorse, le stesse «verranno ripartite proporzionalmente con una successiva integrazione».

Iscriviti alla newsletter