Debito privato

Del debito aggregato di uno Stato, il debito privato è quello contratto da imprese e famiglie con gli intermediari finanziari. Rappresenta, in poche parole, il motore del capitalismo internazionale in quanto consente agli attori sociali di consumare (o, nella migliore delle ipotesi, investire) anche in assenza di risorse economiche precedentemente accumulate. Mutui, fidi, crediti al consumo, credito alle imprese, crediti a breve ecc., sono tutte forme di indebitamento privato.

Nella crisi che ha colpito l’Eurozona (a partire dal 2009) l’accumulo di debiti privati da parte di famiglie e imprese figura tra le cause scatenanti. In occasione di una conferenza tenutasi ad Atene nel 2013, il Vice-Presidente della BCE Vitor Constancio ha espressamente dichiarato che all’origine della crisi (che molti ancora attribuiscono al deterioramento della finanza pubblica) vi sarebbe l’accumulo spropositato di debiti privati in tutta l’Eurozona (soprattutto nel Sud).

Debito privato, ultimi articoli su Money.it

Credito al consumo: potenzialità e rischi in Europa

Trasformazione digitale e customer experience sono le due direttrici sulle quali si gioca il futuro del settore dei prestiti al consumo nel Vecchio Continente. I numeri elaborati da Roland Berger spiegano le tendenze

Crisi e debiti: come uscire dalle difficoltà grazie alla legge sul sovraindebitamento

Secondo gli ultimi dati ISTAT, gli italiani che vivono in condizione di povertà assoluta sono oltre 6 milioni. Questa condizione è dovuta principalmente all’incapacità delle persone di poter saldare i propri debiti. A tal proposito, uno strumento nelle mani di chi si trova in questa difficile situazione è la legge sul sovraindebitamento. Ne ha parlato l’Avvocato Monica Pagano a Milano, nel corso di appuntamento con la stampa martedì 22 gennaio