Zelensky incontra Biden, il sostegno degli Stati Uniti all’Ucraina rimane incrollabile

Lorenzo Bagnato

22/12/2022

Mercoledì si terrà un incontro a sorpresa a Washington tra Zelensky e Biden. Di cosa parleranno?

Zelensky incontra Biden, il sostegno degli Stati Uniti all’Ucraina rimane incrollabile

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky farà una visita a sorpresa a Washington oggi, mercoledì 21 dicembre, svolgendo il suo primo viaggio all’estero dall’inizio della guerra. L’Ucraina è ancora nel bel mezzo di una feroce guerra di difesa contro la Russia, anche se per il momento le cose si sono leggermente calmate.

La visita a Joe Biden ha una forte importanza simbolica. L’Ucraina non avrebbe ottenuto alcun successo sul campo se non fosse stato per il supporto americano. Washington, d’altra parte, crede che la vittoria ucraina significherebbe la pace per l’Europa e la distruzione del nemico russo di lunga data.

Ma la guerra non è ancora finita, poiché la Russia occupa oltre il 15% del territorio ucraino. In autunno, i campi dell’Ucraina si trasformano in fango, quindi qualsiasi operazione militare è sostanzialmente impossibile. Tra poche settimane, quando il fango si sarà ghiacciato, la guerra probabilmente riprenderà.

E con la minaccia di un possibile (anche se improbabile) attacco russo a Kiev, Zelensky ha bisogno di tutto il supporto possibile.

L’Unione Europea ha già promesso un importante pacchetto di aiuti all’Ucraina per il 2023. Il prestito di 18 miliardi di euro fornisce aiuti finanziari per la ricostruzione dell’Ucraina, comprese le infrastrutture critiche colpite dalla Russia nelle sue campagne di bombardamento.

A questo pacchetto UE era stato posto il veto dall’Ungheria, il cui primo ministro Viktor Orban è il più stretto alleato di Putin all’interno del blocco. Ma dopo che Bruxelles ha minacciato di trattenere 7,5 miliardi di euro di fondi europei, Orban ha improvvisamente cambiato idea sul veto.

Cosa farà Zelenskyj a Washington

Ma l’alleato più importante dell’Ucraina restano gli Stati Uniti. Finora, l’amministrazione di Joe Biden ha fornito oltre 18 miliardi di dollari in armamenti e sgravi finanziari.

In effetti, il rapporto che lega Washington e Kiev è simile a quello tra gli Stati Uniti e gli alleati occidentali nella Seconda Guerra Mondiale. Il pacchetto «land-lease» fornisce all’Ucraina tutto ciò di cui potrebbe aver bisogno.

Grazie agli Himars americani e ad altre attrezzature di alto livello, l’Ucraina è riuscita a respingere gli invasori russi e riconquistare vaste aree di terra.

Al momento, gli Stati Uniti stanno preparando un altro pacchetto da 40 miliardi di dollari per il 2023.

Gli aiuti all’Ucraina hanno generalmente un sostegno bipartisan, il che significa che sia i repubblicani che i democratici sono d’accordo su di essi. Una piccola ala del partito repubblicano, però, ha iniziato a opporsi a gran voce a un “assegno in bianco” all’Ucraina.

Per mantenere un sostegno americano ininterrotto, Zelensky spera di annullare le minacce repubblicane con la sua visita a Washington. Si rivolgerà personalmente al Congresso e il presidente della Camera Nancy Pelosi ha chiesto a tutti i membri di essere presenti.

È altamente improbabile che gli Stati Uniti ritirino presto gli aiuti all’Ucraina: gli interessi americani nella regione vanno ben oltre la rivalità di partito.

Ma Zelensky non vuole correre rischi e sfrutterà questo breve periodo di tranquillità sul fronte per rafforzare la sua diplomazia.

Articolo pubblicato su Money.it edizione internazionale il 2022-12-21 12:27:17. Titolo originale: Zelensky to meet Biden, US support to Ukraine remains unwavering

Iscriviti a Money.it

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo