YouTube lancia il suo TikTok

YouTube ha annunciato il proprio concorrente di TikTok, pronto a insidiare il colosso cinese

YouTube lancia il suo TikTok

Sta per arrivare il nuovo TikTok targato YouTube. Ad annunciato è stata la stessa piattaforma, che si è detta ormai pronta a svelare alcune delle caratteristiche del nuovo competitor del colosso cinese in arrivo: Shorts.

Dalla casa madre, Alphabet, hanno descritto l’app come una “nuova funzionalità di video in forma abbreviata”, chiarendo che la prima versione del prodotto - la cosiddetta versione beta - verrà lanciata nei prossimi giorni in India.

La compagnia ha inoltre evidenziato l’intenzione di estendere l’utilizzo di Shorts molto presto in altri Paesi, già a partire dai prossimi mesi del 2020 e con l’aggiunta di “ulteriori funzionalità”.

YouTube lancia il suo TikTok

YouTube ha etichettato la sua prima risposta a TikTok come uno strumento che consente ai fruitori di social media di “girare video brevi e accattivanti, utilizzando nient’altro che i loro telefoni cellulari”.

Fin qui niente di particolarmente nuovo rispetto al social più in ascesa del momento. Ma il colosso tech punta ad aggiungere sempre più funzionalità nel tempo e considera la fase della versione beta in corso come un terreno di sperimentazione, che possa preparare a una vera battaglia a colpi di novità con il rivale.

Per ora Shorts offrirà un sistema che permette di mettere insieme più clip, aggiungere musica e utilizzare timer e un conto alla rovescia per registrare video a mani libere, tutte funzionalità attualmente già disponibili su TikTok.

La decisione dell’azienda di lanciare l’app prima in India è strategica. A giugno, il Paese ha vietato TikTok e molte altre popolari app cinesi, affermando che rappresentano una “minaccia alla sovranità e all’integrità”. Di conseguenza, i TikTokers indiani stanno cercando di trovare piattaforme alternative.

YouTube è solo l’ultimo gigante dei social media a lanciare uno strumento per video in formato breve, dopo l’esplosione di popolarità riscontrata da TikTok. Il mese scorso, Instagram ha annunciato il suo Reels negli Stati Uniti e in più di 50 altri Paesi.

L’annuncio della compagnia arriva a brevissima distanza dalla notizia della partner commerciale tra Oracle e TikTok negli Stati Uniti, accordo inteso a soddisfare le preoccupazioni per la sicurezza nazionale dell’amministrazione Trump.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories