L’ultima di Warren Buffett: riacquisto di titoli propri e quel “piccolo” investimento...

L’oracolo di Omaha Warren Buffet ha annunciato due nuove operazioni di Berkshire Hathaway. I dettagli

L'ultima di Warren Buffett: riacquisto di titoli propri e quel “piccolo” investimento...

Warren Buffet, presidente di Berkshire Hathaway, ha dichiarato che la holding ha proceduto al riacquisto di titoli propri.

Ma ha illustrato anche una «nuova» scommessa: ha infatti acquisito una “piccola”, ulteriore partecipazione ad Apple, la prima società da mille miliardi di dollari di cui il colosso statunitense detiene già un’importante fetta di azioni.

Berkshire Hathaway - ha precisato Buffet - non riacquistava titoli propri dal 2012, e ha anche specificato che in questo momento per gli investitori è meglio possedere un paniere di azioni rispetto alle obbligazioni a 30 anni e ad altri titoli a reddito fisso.

Questo per via della forte economia americana, in grado di rafforzare gli utili societari nonostante i maggiori costi in arrivo dal caos dazi, che hanno colpito anche la holding del guru degli investimenti.

Il terzo uomo più ricco del mondo, che ha festeggiato ieri il suo 88esimo compleanno, ha detto che non sa quando comprare azioni, “ma so se comprare azioni”, e in questo momento “il business è buono su tutta la linea”, e continua a migliorare.

Berkshire ha più di 90 aziende nei settori assicurativo, energetico, alimentare, industriale, ferroviario e in molti altri campi; investe in società come Apple, Wells Fargo, Bank of America e Coca-Cola.

Buffett riacquista titoli propri e rafforza la sua posizione in Apple

Una politica di riacquisto annunciata il 17 luglio ha dato a Buffett un nuovo modo di dare forma ai 111,1 miliardi di dollari di liquidità di Berkshire.

La stessa holding ha annunciato che una simile politica avrebbe liberato Buffett e il vicepresidente, Charlie Munger, dal riacquistare azioni quando il prezzo è al di sotto del “valore intrinseco” di Berkshire, una scelta che appare di tipo conservativo. La vecchia politica di Berkshire proibiva i riacquisti, a meno che il prezzo non superasse di 1,2 volte il valore contabile per azione.

Dall’azienda con sede a Omaha, nel Nebraska, Buffett ha motivato la scelta parlando di una mossa mirata a portare benefici per gli azionisti a lungo termine:

“Abbiamo riacquistato diverse azioni per garantire che gli azionisti a lungo termine stiano meglio”.

Berkshire - ha aggiunto - ha anche comprato “solo un po’” di azioni Apple a partire dal 30 giugno. Un “solo un po’” che porta a 252 milioni di azioni l’investimento, ora quantificabile in 56 miliardi di dollari.

Buffett ha guadagnato oltre 2,6 miliardi di dollari dopo il traguardo mille miliardi di Apple raggiunto di recente, il tutto in una sola sessione di Borsa secondo i calcoli effettuati da MarketWatch.

Il colosso del Nebraska possiede al momento una quota della realtà cofondata da Steve Jobs che si aggira attorno al 5%, cifra che rende Warren Buffett il secondo azionista di Apple.

Berkshire ha investito per la prima volta nell’azienda di Steve Jobs all’inizio del 2016, quando sborsò un miliardo di dollari a circa 99 dollari ad azione, aumentando nel tempo la sua posizione fino ad arrivare ai 252 milioni di azioni odierni.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Warren Buffett

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.