Sondaggi politici, governo al 56%: i 5 Stelle crescono ancora, nuovo tonfo del PD

Il sondaggio politico di SWG del 22 luglio sorride ai partiti di governo: bene la Lega ma soprattutto il Movimento 5 Stelle, in calo invece tutte le forze di opposizione con il Partito Democratico che continua nel suo periodo negativo.

Sondaggi politici, governo al 56%: i 5 Stelle crescono ancora, nuovo tonfo del PD

Più litigano e più crescono nei sondaggi politici. Se da un lato non si placano le tensioni tra Lega e Movimento 5 Stelle, ultimo casus belli in ordine di tempo è la riforma delle Autonomie, dall’altro l’ultima rilevazione fatta da SWG sorride ai due partiti di governo che nel loro complesso avrebbero la fiducia del 56,3% degli italiani.

Male invece tutti i principali partiti di opposizione, a partire da un Partito Democratico dove le frizioni tra i renziani e i zingarettiani rendono ormai impossibile qualsiasi tentativo di portare avanti una linea politica omogenea.

Tra i partiti in bilico sulla soglia di sbarramento, passo indietro nel sondaggio da parte del tandem formato da +Europa e Italia in Comune, mentre vengono dati in leggera crescita sia i Verdi che La Sinistra anche se sarebbero sempre sotto l’asticella del 3%.

Sondaggi politici: M5S in netta ripresa

Non sarà facile, ma il Movimento 5 Stelle sembrerebbe aver lanciato quella che potrebbe essere chiamata “l’operazione riscossa”, nel tentativo di recuperare il terreno perduto alle elezioni europee di fine maggio.

Così come avvenuto la scorsa settimana, anche il sondaggio politico realizzato da SWG il 22 luglio per conto del Tg La7 è positivo per i pentastellati, che vengono dati in crescita e più vicini alla soglia del 20% che appare essere l’obiettivo minimo di Di Maio e soci.

Nonostante le grandi turbolenze in atto, vedi caso Russia-Savoini oppure le nuove intercettazioni relative alle indagini riguardanti Armando Siri, in leggera crescita è attestata una Lega che a piccoli passi si avvicina sempre più al sogno del 40%.

Per gli altri partiti di centrodestra invece non sarebbe stata una bella settimana quella appena passata. Forza Italia viene data decisamente in calo, mentre Fratelli d’Italia non sembrerebbe riuscire a dare ulteriore seguito al balzo degli ultimi mesi.

Chi però starebbe messo peggio di tutti è il Partito Democratico, dato mezzo punto percentuale in meno rispetto a sette giorni fa e scivolato come in una pericolosa spirale negativa dopo i segnali positivi delle europee.

Segnali altalenanti provengono dal resto del centrosinistra. Per il sondaggio si sarebbero allontanati dalla di sbarramento + Europa - Italia in Comune, anche se il 3% resterebbe comunque alla portata.

Discorso simile per i Verdi, che sfruttando il buon momento per gli ecologisti in tutta Europa possono puntare a diventare la guida del frammentato universo dei partiti di centrosinistra alternativi al PD.

Nonostante il segno positivo, La Sinistra al momento non appare avere ancora la forza e soprattutto uomini e idee per tentare di recuperare quella vasta fetta di elettorato più indirizzata ultimamente verso l’astensione.

Sempre guardando a sinistra, le crescita nel sondaggio delle altre liste potrebbe essere attribuita al momento positivo del Partito Comunista di Marco Rizzo, forza politica che ha ottenuto un buon risultato alle europee e ora secondo altre indagini sarebbe anche oltre l’1%.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Sondaggi politici

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \