Semplificazioni fiscali: le novità nella proposta di legge Lega-M5S approvata dalla Camera

Semplificazioni fiscali, sì della Camera al testo della legge proposta da Lega e M5S. Ecco le novità e cosa cambia in materia di scadenze delle dichiarazioni, fattura elettronica e incentivi per le imprese

Semplificazioni fiscali: le novità nella proposta di legge Lega-M5S approvata dalla Camera

Il testo della proposta di legge sulle semplificazioni fiscali incassa il primo via libera.

La Camera ha approvato il 14 maggio 2019 la proposta di legge del Governo Lega M5S che vede come primi firmatari l’On Gusmeroli e l’On. Carla Ruocco.

Sono molte le novità contenute in quello che molti definiscono come decreto semplificazioni, che si aggiunge alla lunga lista di provvedimenti aventi l’ambizioso obiettivo di eliminare la pesante burocrazia italiana.

In virtù di un “Fisco amico”, il disegno di legge contiene numerose novità ed ha come obiettivi principali la riduzione degli oneri per i contribuenti, a favore di un Fisco più semplice e al fine di combattere l’evasione fiscale.

Ad animare la discussione in Aula della proposta di legge sulle semplificazioni fiscali è stata senza dubbio la riduzione dell’IVA sugli assorbenti. Un emendamento del PD proponeva di portarla dal 22 al 5%; una misura che tuttavia è stata ritenuta troppo costosa e per la quale serviranno ulteriori approfondimenti.

Vediamo quindi che cosa prevede il testo del Ddl sulle semplificazioni fiscali, la proposta di legge intitolata “Misure di semplificazione fiscale, sostegno all’economia reale e contrasto all’evasione fiscale”.

Semplificazioni fiscali: cosa prevede la proposta del Governo

Le misure sulle semplificazioni fiscali contenute nel testo della proposta di legge del Governo Lega M5S riguardano cittadini e imprese.

Le novità principali sono quelle che riguardano la revisione del calendario delle scadenze fiscali, con la dichiarazione dei redditi che viene rinviata al 30 novembre e le comunicazioni dei dati delle liquidazioni IVA periodiche che passano da 3 a 4.

Le novità in materia di semplificazione riguardo anche il ricorso al modello F24, con la possibile estensione delle tipologie di tributi che possono essere pagati con questo strumento, tra cui:

  • imposta sulle successioni e donazioni;
  • imposta di registro, imposta ipotecaria, catastale, delle tasse ipotecarie;
  • imposta di bollo;
  • tributi speciali e locali, comprese le tariffe per i servizi;
  • oneri e sanzioni dovuti per l’inosservanza della normativa catastale.

Tra le norme approvate dalla Camera vi è inoltre l’obbligo di contraddittorio preventivo tra contribuente e Ufficio finanziario come tappa obbligatoria in tutti i procedimenti di controllo fiscale.

Il testo della proposta di legge sulle semplificazioni fiscali non è ancora stato pubblicato nella nuova versione licenziata da Palazzo Montecitorio, ma di seguito si allega quello originariamente presentato da Lega e M5S:

Semplificazioni fiscali - testo proposta di legge M5S
Clicca per scaricare

Semplificazioni fiscali, le novità su affitti e cedolare secca

Accanto alle novità per le imprese, il decreto sulle semplificazioni fiscali introduce importanti novità anche per le famiglie, che riguardano per lo più le regole relative agli affitti.

In primo luogo viene disposto che a partire dal 2020 non sarà più necessario dichiarare e versare le tasse sui canoni d’affitto non riscossi, anche prima che venga convalidato il provvedimento di sfratto.

Non sarà più necessario comunicare il rinnovo del regime della cedolare secca e, ancora, cambia la scadenza per la presentazione della dichiarazione IMU e TASI, che dovrà essere inviata entro il 31 dicembre nel caso di variazioni avvenute nel corso dell’anno.

Il testo del Ddl sulle semplificazioni fiscali stabilirebbe infine la riduzione dell’aliquota al 5% su tutti i prodotti, beni e servizi rivolti alla prima infanzia e alla disabilità.

Sarà necessario attendere ora il via libera del Senato per l’entrata in vigore e per l’approvazione definitiva della legge sulle semplificazioni fiscali.

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Fisco

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.